Smog e Traffico a Firenze: Nove consigli ai cittadini

Al via la campagna coordinata dalla Città Metropolitana per i Piani di azione comunale contro l'inquinamento


Nove semplici consigli per pulire l'aria e respirare bene, che potranno evitare blocchi del traffico e, soprattutto, problemi di salute, a favore invece di una migliore vivibilità nell' "agglomerato urbano" (comprensivo di Firenze e degli otto Comuni più vicini: Calenzano, Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Lastra a Signa, Scandicci, Bagno a Ripoli).

Presto arriveranno con un depliant nelle case di tutti gli abitanti del territorio metropolitano, anche grazie all'utilizzo del social network e media, nell'ambito della campagna di informazione coordinata dalla Città Metropolitana di Firenze per i Comuni del territorio, finalizzata all'adozione di buone pratiche di comportamento contro l'inquinamento atmosferico da polveri sottili.
Le azioni di tutti, infatti, aiutano a prevenire l'inquinamento dell'atmosfera che invece può portare a serie conseguenze sulla salute, provocando il cancro, la riduzione delle funzionalità polmonari e malattie respiratorie soprattutto nei bambini oltre che un aggravamento dell'asma.

>>> Leggi il Vademecum <<<

I Comuni stanno adottando, col sostegno della Metrocittà che a sua volta affianca la Regione, i Pac-Piani di azione comunale per superare una logica emergenziale in materia e acquisirne una preventiva, per soluzioni permanenti dei problemi.
All'incontro di presentazione, stamani, in Palazzo Medici Riccardi, erano presenti Alessandro Manni, consigliere delegato della Città Metropolitana all'Ambiente, l'assessore all'Ambiente del Comune di Firenze Alessia Bettini e rappresentanti della Regione e delle Amministrazioni dei Comuni fiorentini, in particolare di quelli dell'"agglomerato urbano" , dove le polveri sono determinate soprattutto dalla combustione di biomasse anche se il traffico è una causa non trascurabile (7 per cento) del fenomeno. Presente anche Cristiana Bonaduce, amministratrice delegata di Florence Multimedia che ha elaborato i materiali per la campagna.

Ma veniamo alle nove prescrizioni valide per tutti i Comuni - poste sotto un unico logo - per evitare che l'inquinamento possa danneggiare la qualità dell'aria e salute dei cittadini, dal più piccolo al più anziano. Si tratta di comportamenti da adottare in auto, in casa e in Comune.

In auto: evitare il più possibile di prendere l'auto se si può usare il mezzo pubblico; se la propria auto non ha il sistema "start & stop" e, soprattutto, se è alimentata a diesel, si deve spegnerla nei momenti di attesa o di sosta, specialmente vicino alle scuole di ogni ordine e grado; prendere in considerazione il car sharing o il car pooling (condivisione di automobili private tra un gruppo di persone), che fanno risparmiare e fanno bene all'atmosfera.

In casa: prima di fare il barbecue, è bene sapere che che bruciare legna, specialmente nei camini, è altamente inquinante; esistono pompe di calore alimentate da fonti rinnovabili per uso domestico: sono più economiche e inquinano meno degli altri sistemi di riscaldamento; l'abbruciamento degli sfalci all'aperto è decisamente inquinante: meglio utilizzare il servizio di gestione dei rifiuti urbano che è gratuito; sostituire la vecchia caldaia: ci sono specifiche detrazioni fiscali ed eventuali incentivi (nel dettaglio, per la riqualificazione energetica di edifici già dotati di impianto di riscaldamento, le detrazioni sono del 65%. Scendono al 50% se l'intervento rientra nella categoria "caloriferi e condizionatori").

In Comune: informarsi sui provvedimenti del proprio Comune per abbattere le emissioni: iniziative di educazione ambientale promosse dal Comune, blocco di alcune categorie di auto, incentivi e benefit per chi sceglie di comprare un'auto green; condividere queste norme tra familiari, amici e conoscenti. Intanto si può consultare il sito web www.pianidiazionecomunale.fi.it

Redazione Nove da Firenze