Si accende il Natale di Firenze

Natale 2017: periodo tutto da vivere a Firenze e Città Metropolitana

Al Mercato Centrale luci sulla facciata. A Siena la X edizione del Mercato nel Campo. Un ricco programma per i giorni a venire in tutta la Toscana


Oggi si è acceso il Natale di Firenze. Alle 18:30 in piazza del Mercato Centrale uno spettacolo magico ha accompagnato l'accensione della luminaria natalizia. Sulla facciata del Mercato si sono accese centinaia di lampadine in stile siciliano che hanno danzato a ritmo della musica di Ludwig van Beethoven. A sottolineare l’atmosfera natalizia, poi i canti del coro gospel One Voice della Lucrezia’s One Voice Association. A fare gli auguri in piazza Umberto Montano –presidente di Mercato Centrale– e il sindaco Dario Nardella. Dopo l’accensione il coro gospel One Voice si è spostato sulla terrazza Tosca del Mercato Centrale per far cantare gli avventori del salone sottostante.

Mercato nel Campo baciato dal sole oggi a Siena. Il secondo giorno della X edizione del Mercato medievale è andato in scena sempre in Piazza del Campo, dove sono stati allestiti oltre 160 banchi con i migliori prodotti dell'enogastronomia e dell'artigianato provenienti dalla Toscana e dai ‘Borghi autentici d’Italia’ che sono stati gli ospiti speciali dell’edizione 2017. Tanti anche gli appassionati di vino che hanno fatto tappa a VinArte, il salotto del gusto dedicato alle eccellenze dell’enologia del Bel Paese e i bambini protagonisti dell’angolo giochi con trucca-bimbi e palloncini colorati. Il programma della giornata è stato arricchito dall’esibizione ai fornelli degli chef e dalla presentazione dei libri all’interno del ‘Mercato delle Idee’, a cura di Toscanalibri.it.

Sarà un Natale speciale quello che arriva a Barberino con una serie di appuntamenti che renderanno speciale il periodo dell’avvento. Comitato Commercianti “ViviBarberino” e Pro Loco per Barberino presentano infatti “Natale in Corso 7”, un avvicinamento al Natale fatto di luci, addobbi ma, soprattutto, di tante iniziative nei tre appuntamenti dell’8 dicembre e delle domeniche 10 e 17. Iniziative realizzate con la partecipazione di gruppo di ricamo “Sul Filo del Tempo”, il Comitato Donne, Comitato Cantà Maggio e l’importante collaborazione del Comune di Barberino di Mugello. La costante dei tre appuntamenti previsti sarà Il Mercatino di Natale, che vivacizzerà in particolare Piazza Cavour e Corso Corsini, animato da madonnari, statue viventi, presepi, artisti di strada. Torna anche l’attesissima “Maxi Tombolata”, alle 19 dei tre appuntamenti, con ricchissimi premi: Cinquina € 200,00 Tombola € 500,00 venerdì 8; Cinquina € 300,00 Tombola € 600,00 il 10; Cinquina € 300,00 Tombola € 700,00 domenica 17. Scendendo nei dettagli dei vari appuntamenti, venerdì 8, animazione, letterine e caramelle con Babbo e Mamma Natale a cura di Ivan e Francesca; domenica 10, dalle 16.30, spettacolo dell’Ass. DanzeAssuD con Annalisa Prota Balli popolari di diverse regioni e domenica 17 iniziative a cura della Consulta dei Genitori, Asilo nido comunale Pollicino, SaRiLu, Suore Serve di Maria, scuole materne di Barberino e Galliano, ma anche knit-cafè straordinario all’aperto con laboratori gratuiti e dalle 16.30 una vivacissima street band per le vie del centro a cura della Brass Band di Babbo Natale ed un brindisi in Piazza Cavour. Nel corso di “Natale in corso 7” spazio anche allo sport, sabato 16, con la “Corri con Babbo Natale” organizzata dai Runners Barberino.

Casole d’Elsa propone alcuni eventi l’8 e il 9 dicembre. Venerdì 8 dicembre, alle 18:45 all’interno della collegiata, ci sarà il concerto del gruppo fiorentino Light Gospel Choir che si esibirà in un repertorio che spazia dalla musica tradizionale a quella contemporanea proponendo arrangiamenti in chiave moderna. L’ingresso al concerto è gratuito. Sabato 9, alle 18:00 nel Centro Congressi in Via Casolani, si svolgerà la presentazione del libro del geologo Muzio Muzzi “Geologia e ambiente della Montagnola senese”, ingresso gratuito. Alle 21:15, nel Teatro Bargagli, sarà rappresentato il monologo “Racconti di Provincia”. Sul palco ci sarà l’attore Sergio Berti, che è anche autore del testo; l’adattamento è di Riccardo Casamonti che cura anche la regia con Maria Luisa Beilowa, mentre le musiche sono di Giacomo Luddi. L’autore/attore e il regista Casamonti hanno già lavorato insieme a Casole d’Elsa girando il film “Il Seme e il mare” che ha avuto molti riconoscimenti e spettatori anche all’estero. Ingresso gratuito.

Ospite speciale in arrivo al Paese di Babbo Natale. Il giorno dell'Immacolata a Chianciano Terme ci sarà Paolo Brosio. Il giornalista sarà in piazza Italia l'8 dicembre alle 17 per presentare il suo ultimo libro Il Papa e Medjugorje (Piemme Mondadori). Una ricostruzione giornalistica che, a partire dai primi anni Ottanta rivela come i servizi segreti della ex Jugoslavia comunista e della "cortina di ferro sovietica" avessero attivato una poderosa macchina del fango per screditare e annientare le apparizioni mariane. Come si evince dal titolo, il volume è dedicato a Papa Francesco che crede poco alle apparizioni mariane a Medjugorje. L'evento si terrà nella tensostruttura di Piazza Italia, Area Spettacoli: prima ci sarà un momento di preghiera, a seguire il teatro-libro di Brosio: sarà una testimonianza accompagnata dalla proiezione di piccoli filmati e immagini relativi alle storie presentate all'interno del libro. Nel corso dell'iniziativa verrà presentata l'Associazione Onlus Olimpiadi del Cuore, fondata da Brosio, per sensibilizzare i partecipanti a una raccolta a sostegno delle opere umanitarie e di evangelizzazione in cui è impegnata la Onlus, tra cui il nuovo progetto “Mattone del Cuore – Ospedale a Medjugorje”. A un mese esatto dall'apertura del parco natalizio, il paesino toscano in provincia di Siena festeggia con dati da record. Gli ingressi infatti, sono quadruplicati a partire dal secondo weekend dall’apertura, rispetto all'anno scorso. I tour operator confermano la forte crescita e si attende il boom del ponte dell’Immacolata. Anche le prenotazioni sono quadruplicate con una permanenza a Chianciano Terme non più di una o due notti, ma di tre e quattro notti. La manifestazione, per rendere l’accoglienza più confortevole, nel ponte dell’otto dicembre, farà un'apertura straordinaria già dal 6 dicembre e anticiperà anche gli orari di apertura di venerdì 8 e domenica 9 dicembre: aprirà già alle ore 9 del mattino in modo da rendere più fluido l’ingresso delle famiglie con bambini. Il Paese di Babbo Natale, che chiuderà i battenti il 26 dicembre, sorge nel Parco Acqua Santa: ecco la baita in cui vive Babbo Natale a cui consegnare la propria letterina, Il Mondo delle Fiabe, nella sala mescita del Parco con una ricca programmazione di spettacoli ispirati alle fiabe di Frozen, La Bella e la Bestia, Il Gatto con gli stivali e La storia di Theimilla, un racconto ideato per spiegare ai bambini come nasce l'acqua termale. Il Mondo delle Fiabe accoglie anche gli ospiti più attesi, Masha e Orso. Quest'anno, in tutta Chianciano Terme si respira l'atmosfera natalizia: il Parco Acqua Santa ospita anche la pista del ghiaccio, i Mercatini di Natale in stile tirolese e il Presepe. Poi a bordo del trenino “La Freccia di Natale” si scoprono tante attrazioni diffuse in città, come il Calendario dell'Avvento sulla facciata del Grand Hotel e le giostrine in Piazza Italia dove si organizzano anche le cene con Babbo Natale. Il Centro Storico ospita un Presepe d'autore ed il nascondiglio del Grinch che sorprende i visitatori con dei simpatici scherzi.

Il 16 dicembre torna l’appuntamento di Natale della Fondazione Santa Maria Nuova Onlus con una visita delle “sale private”, ubicate presso la Direzione Generale dell’Ospedale. Con questa apertura straordinaria proposta in due turni di visita (10.00 – 13.00/14.00 – 17.00) si usufruirà di un’occasione unica per ammirare alcuni dei capolavori del patrimonio museale dell’antico Ospedale, abitualmente preclusi ai visitatori, tra cui: la celebre Crocifissione di Andrea del Castagno (1440-1441), il grande affresco con la Consacrazione della Chiesa di Sant’Egidio di Bicci di Lorenzo (1420), una splendida Madonna “fondo oro” di Niccolò di Tommaso (XIV sec) e la bellissima Madonna in terracotta invetriata, opera di Andrea della Robbia (1440 circa), opera “simbolo” dell’Ospedale. Oltre alle Sale private sarà possibile visitare il “Salone Martino V“ e il Matroneo della Chiesa di S. Egidio, suggestivo affaccio dall’alto, utilizzato dalle Oblate per assistere alle funzioni religiose in Chiesa, senza essere viste. La giornata di “porte aperte” si svolgerà con turni di visita organizzati da guide, gentilmente messe a disposizione da Exclusive Connection, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00. L’evento sarà inoltre allietato da momenti musicali a cura degli allievi del Conservatorio Cherubini di Firenze, partner dell’iniziativa. L’appuntamento sostiene la Fondazione nella sua attività di promozione, tutela e valorizzazione del patrimonio storico artistico dell’azienda sanitaria. Per le stesse finalità la Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, che è impegnata a raccogliere fondi per valorizzare, tutelare e promuovere il patrimonio storico artistico dell’Ospedale, si auspica, con questo appuntamento, di riscontrare un indispensabile contributo a sostenere il difficile lavoro di restauro e ripristino di opere e ambienti di valore di questo ospedale davvero speciale. L’esistenza, infatti, di un percorso museale visitabile all’interno di un ospedale ancora in funzione rendono Santa Maria Nuova un esempio da preservare unico al mondo. Per partecipare alla serata è richiesta una donazione libera. Per informazioni: 055 6938374info@fondazionesantamarianuova.it

Redazione Nove da Firenze