Settimana della danza a Firenze: torna Danzainfiera

Durante la kermesse sarà presentata una petizione per la riapertura dei Corpi di Ballo nelle Fondazioni Liriche


Per l'Europa e per l'Italia in particolare rappresenta l’evento principale della stagione per il mondo della danza in tutte le sue declinazioni.
Per il dodicesimo anno Danzainfiera sarà alla Fortezza da Bass per quattro giorni di lezioni, mostre, convegni, spettacoli e gare non solo per professionisti e addetti ai lavori, ma anche per chi vive la danza come pura passione. 
Star della danza internazionale, docenti ed aziende leader, sartorie teatrali d’eccellenza e aspiranti ballerini si alterneranno sul palco.

Giovedì l'inaugurazione alle ore 15.00 all’interno del Padiglione Spadolini alla presenza di Federica Giuliani, Presidente della Commissione Cultura e Sport del Comune di Firenze, a seguire ballerini della Drop Company - che danzeranno sulle musiche originali della serie Tv Maggie & Bianca Fashion Friends - e la stella del Red Bull Flying Bach, Virginia Tomarchio.

Danzainfiera sarà anche l’occasione per momenti di riflessione e di dibattito sul futuro della danza nelle Fondazioni Teatrali Italiane. Dalla manifestazione partirà la raccolta firme, lanciata dalla rivista Dance&Culture, a sostegno della petizione al Presidente della Repubblica, scritta dal coreografo Luciano Cannito per richiedere la riapertura dei Corpi di Ballo degli Enti Lirici.

Un ruolo di rilievo la avrà la Formazione: lezioni, workshop, stage e audizioni con i più grandi maître del mondo dedicate agli aspiranti ballerini serviranno come sempre a chi cerca nella rassegna di Firenze un trampolino per la propria attività professionale.
Premier danseurs dei più importanti teatri del mondo, performers internazionali e docenti d’eccezione saranno special guest come Dorothée Gilbert, étoile dell’Opéra di Parigi, mentre dalla Gran Bretagna Sarah Lamb e l'italiano Federico Bonelli, entrambi Principal del Royal Ballet di Londra; dall’Italia l’istrionico coreografo Luca Tommassini, direttore artistico di Xfactor; Luciano Cannito, regista e coreografo di fama internazionale, e Alessandra Celentano apprezzata insegnante del talent Amici di Maria de Filippi. Anche la Street Dance avrà le sue punte di diamante con Roxrite, il bboy già numero uno al mondo, Nelson, uno dei più noti popper del panorama francese e Icee, vincitore di tutte le gare più importanti di Hip Hop.

 Danzainfiera uscirà dalle mura della Fortezza con Dance in the City: la mattina di giovedì 23 febbraio, giorno d’apertura dell’evento, nelle piazze e nelle vie del centro storico fiorentino si potrà assistere a performance live di gruppi di ballerini che si esibiranno in brevi coreografie alla Loggia del Pesce, piazza Strozzi, piazza Santo Spirito, piazza della Repubblica e via Martelli: queste le location in cui si alterneranno esibizioni di Flamenco, Pizzica, Tango, Zumba e Hip Hop.

 Ospite anche la redazione di Note, Testata di Ferrovie dello Stato, che presenterà la rivista che avrà in copertina Marcello Sacchetta, protagonista di questa edizione di Danzainfiera.

La rivista Dance&Culture lancia a Danzainfiera la raccolta firme in adesione alla lettera aperta di Luciano Cannito al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella contro la chiusura dei Corpi di Ballo e a sostegno delle Fondazioni Lirico Sinfoniche.
Domenica 26 febbraio alle ore 12 in area press-incontri del Padiglione Spadolini, il coreografo illustrerà le ragioni del suo impegno per una causa che sta diventando sempre più d’attualità dopo la chiusura del Corpo di Ballo della Fondazione Arena di Verona, il nono in pochi anni, una razionalizzazione che ha visto tra le prime chiusure quella del MaggioDanza proprio a Firenze.

Di grande impatto negli ultimi anni la Dance Fitness, usata per tenersi in forma e bruciare calorie ballando. 

Non mancherà l’area Baby Dance con attività e laboratori per i giovanissimi con ospiti d’eccezione come le protagoniste di Maggie & Bianca Fashion Friends, la serie tv sulla Moda e lo Spettacolo in onda su Rai Gulp. Ambientazioni ottocentesche, laboratori con le musiche originali e cartonati del film d’animazione Ballerina - a febbraio nelle sale italiane - per le bambine e i bambini che vorranno sognare insieme a Félicie e Victor.

Danzainfiera celebrare l’eccellenza della sartoria italiana, un settore legato a filo doppio con la danza, con il progetto Atelier Italia: un’area espositiva dedicata alle sartorie che confezionano abiti di scena, che con la loro abilità e qualità sartoriale danno vita a prodotti unici in grado di valorizzare il corpo del danzatore e il lavoro del coreografo.

Ampia l'area dedicata alle aziende, tredicimila metri quadrati in cui i brand di moda più amati dai ballerini potranno esporre o far sfilare in passerella gli outfit da sala e da tempo libero, acquistabili nella zona shopping.

Redazione Nove da Firenze