​Scuola Sicura, a Firenze lavori e verifiche strutturali 

Il sindaco Nardella: “Continuiamo a investire per ulteriori interventi, consapevoli che prendersi cura dei più piccoli è una grande responsabilità. Tutte le scuole avranno i defibrillatori”


È partita l’operazione “scuola sicura”. Nei mesi estivi nelle scuole comunali sono stati fatti lavori di manutenzione e operazioni di indagini diagnostiche dei solai e di staticità strutturale per quasi 6 milioni di euro. Mentre altri 19 milioni di euro circa sono stati già impegnati per ulteriori interventi che partiranno nei prossimi mesi.

Il sindaco Dario Nardella insieme ai tecnici del Comune ha visitato le scuole primarie e dell’infanzia Don Minzoni e La Pira per verificare lo stato dei lavori in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico.

“Si parla tanto di sicurezza delle scuole. Per questo a Firenze parte l’operazione ‘scuola sicura’ – ha detto il sindaco Nardella – Oltre ai lavori di manutenzione e alle operazioni di verifiche statiche avvieremo anche un programma di esercitazioni e corsi sia per i bambini sia per gli operatori scolastici su come muoversi quando si presentano situazioni di pericolo e di emergenza. Continuiamo a investire per ulteriori interventi, consapevoli che prendersi cura dei più piccoli è una grande responsabilità. Inoltre stiamo dotando tutte le scuole, anche quelle senza palestre, di defibrillatori. Continuerò il giro nelle scuole per controllare che sia tutto a posto per il suono della campanella”.

L’operazione “scuola sicura” si sviluppa in cinque punti. Il primo riguarda gli interventi realizzati durante il periodo estivo nelle scuole presenti nei cinque quartieri della città. Questi hanno interessato soprattutto il rifacimento dei bagni, l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’installazione di barriere antirumore e il rifacimento del controsoffitto.

Secondo: sono state effettuate indagini su elementi strutturali e non, su solai, controsoffitti ed elementi appesi e l’esecuzione di prove di carico per verificare la staticità degli edifici.

Terzo: a inizio luglio la giunta comunale ha approvato un programma di collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze e quella di Pisa per avviare un’attività di valutazione speditiva dell’efficienza sismica, sia degli edifici scolastici con struttura in cemento armato, acciaio o in muratura, di proprietà del Comune, sia degli impianti sportivi rilevanti.

Quarto: le scuole saranno dotate di defibrillatori, anche quelle senza palestre. Inoltre sono previsti corsi ed esercitazioni su come affrontare situazioni di pericolo ed emergenza.

Infine, il quinto punto vede lo stanziamento di quasi 19 milioni di euro per ulteriori lavori negli edifici scolastici sia per interventi di manutenzione sia per indagini diagnostiche.

Gli interventi quartiere per quartiere:

Nel quartiere 1 alla scuola primaria Rossini sono stati fatti lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per la realizzazione dei bagni, mentre alla Carducci gli interventi hanno riguardato la messa in sicurezza dell’edificio e il miglioramento dei servizi igienico sanitari. Infine, alla Torrigiani Ferrucci le opere hanno riguardato l’ampliamento, la riqualificazione energetica e della copertura.

Nel quartiere 2 alla scuola La Pira oltre ai bagni, è stato rifatto il controsoffitto del corridoio al primo piano dell’edificio. Al nido Il Girasole sono stati sostituiti infissi, avvolgibili e cassonetti..

Nel quartiere 3 alla scuola Diaz sono state installate barriere antirumore.

Nel quartiere 4 alla scuola Bechi – Pier della Francesca oltre alle opere di completamento del nuovo refettorio/auditorium, verrà realizzata la scala esterna di sicurezza.

Sono stati sostituiti gli infissi delle aule nelle scuole Laura Poli e Argingrosso, mentre alla secondaria Gramsci oltre agli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche sono stati riqualificati i bagni e rifatti i pavimenti dei corridoi. Consolidamento delle coperture invece alla scuola Rodari e al nido Farfalla, mentre alla Niccolini sono stati riqualificati i bagni per i disabili e gli spogliatoi. In alcune aree della scuola Locchi Realizzazione è stata rifatta la controsoffittatura. Interventi di risanamento acustico alla scuola Pio Fedi. Infine alla Bechi è stato rifatta la copertura dell’edificio.

Nel quartiere 5 sono stati effettuati interventi di manutenzione straordinaria negli istituti superiori e all’ITI Leonardo Da Vinci sono stati ristrutturati anche i servizi igienici. Alla scuola Don Minzoni sono stati rifatti gli spogliatoi e le docce della palestra e i bagni. Sostituzione degli infissi alle primarie Rodari, Amendola e Piccolo Naviglio; ristrutturazione di una porzione della copertura alla Mameli e nuova copertura per la Poliziano.

Inoltre negli edifici scolastici sono stati realizzati interventi per l’ottenimento del certificato prevenzione incendi, e lavori agli impianti elettrici e meccanici, oltre l’ampliamento della copertura wi-fi. 

Redazione Nove da Firenze