Rubrica — Scomparsi in Toscana

Scomparsi nel bosco: tanti i pericoli per i cercatori

Nel periodo autunnale sono numerosi i casi di scomparsa a seguito di ricerche di prodotti del bosco: funghi, castagne, tartufi


I vigili del fuoco di Massa hanno effettuato oggi una ricerca persona dispersa a Comano, località Prota. L'uomo uscito in mattinata alla ricerca di funghi, non ha poi fatto rientro a casa.

Un caso non certo isolato ed anzi purtroppo un classico della stagione. Soccorso Alpino, Protezione Civile e Vigili del Fuoco sono in costante allerta e ricevono numerose segnalazioni.
Spesso la scomparsa si risolve con una rapida ricerca nei luoghi più impervi e dunque più soggetti a mettere in difficoltà i meno 'allenati', ma esistono anche casi drammatici registrati negli anni.

Per affrontare una giornata di 'ricerca' occorre non solo conoscere bene il prodotto ma anche il territorio e fare bene i conti con il tramonto del sole e con il calo delle temperature che può colpire all'ombra umida del bosco.
Per questo gli esperti nell'opera di soccorso invitano alla massima cautela, anche fare eccessivo affidamento nella comunicazione mobile può essere un errore, esistono infatti zone scoperte dove il segnale non permetterebbe di contattare i soccorsi.

Un abbigliamento adeguato al cambiamento climatico, magari meno mimetico e più riconoscibile, una luce di soccorso, una riserva di acqua sono alla base dell'equipaggiamento ideale oltre alle buone pratiche quali uscire in coppia oppure segnalare in famiglia l'area in cui si pensa di effettuare la ricerca.

Redazione Nove da Firenze