Sciopero generale il 27 ottobre dei sindacati Cub e Usi Ait

Un corteo attraverserà Firenze. Il 24 ottobre tre attivi unitari Cgil Cisl Uil a Firenze, Siena e Lucca su Pensioni, occupazione, sanità e contratti. Carismi: accordo positivo. Chiude la storica falegnameria Fabbrani di Firenze: venerdì presidio di protesta. Elezioni Rsu Coop Italia: 95% dei consensi alla Filcams


Venerdì 27 ottobre 2017 (dalle ore 9,30 alle ore 13,00) si terrà una manifestazione in occasione dello sciopero generale indetto dalle Organizzazioni sindacali CUB, USI AIT, SICOBAS, SGB, SLAICOBAS. Hanno già dato adesione:

- Confederazione Unitaria di Base (Cub) Toscana 

- Unione Sindacale Italiana (Usi Ait) Firenze
- Sindacato Generale di Base (Sgb) Firenze
- Partito della Rifondazione Comunista (Prc) Firenze
- Partito Comunista dei lavoratori (Pcl) Firenze
- Partito dei Carc Firenze
- Collettivo "il Rovo" e Fondo Comunista di Rovezzano
- Ateneo Libertario Firenze
- Csa ex Emerson Firenze
- Fronte di Lotta No Austerity Firenze
- Coordinamento Anarchico e Libertario.

Questo il programma:

-ore 9,30 concentramento in piazza Puccini

-partenza corteo per via Del Ponte alle Mosse fino a Piazzale di Porta al Prato, via Fratelli Rosselli, Via Il Prato, via degli Orti Oricellari, via Alamanni, Piazza Stazione, Piazza dell’Unità, Via Panzani, Via Cerretani, Via Martelli.

-il corteo si fermerà davanti alla Prefettura.

“Cambiare le pensioni, difendere l’occupazione, garantire la sanità, rinnovare i contratti”: con questi obiettivi si svolgeranno in tutta Italia iniziative di mobilitazione di CGIL, CISL e UIL sulla Legge di Bilancio. In Toscana martedì 24 ottobre sono in programma tre Attivi unitari e avranno luogo a Firenze, Lucca e Siena con inizio alle ore 10 e conclusione alle ore 13. A Firenze l’assemblea si terrà al PalAffari in piazza Adua e vi parteciperà il segretario nazionale della UIL Domenico Proietti (presiede il segretario generale della CISL Toscana Riccardo Cerza). A Lucca l’assemblea si terrà al Polo Fiere e Congressi (via della Chiesa 237, località. Sorbano del Giudice) e vedrà la partecipazione del segretario nazionale della CISL Maurizio Petriccioli (presiede la segretaria generale di CGIL Toscana Dalida Angelini).
A Siena l’assemblea si terrà al PalaGiannelli di viale Sclavo ed è prevista la partecipazione del segretario nazionale della CGIL Roberto Ghiselli (presiede Arturo Papini, segretario organizzativo UIL Toscana). Sono attese circa mille persone ad ogni Attivo, all’interno di cui sarà data la parola a pensionati, giovani, lavoratori attivi privati e lavoratori attivi pubblici, con una particolare attenzione alle donne.

L’accordo raggiunto venerdì sera tra sindacati e Carismi/Credite Agricole rappresenta un risultato positivo che restituisce serenità ai lavoratori e prospettiva di rilancio in un grande e solido gruppo bancario europeo ad un Istituto così importante per la nostra regione. I 147 esodi volontari sui 180 potenziali aventi diritto, la trasformazione del contratto degli apprendisti, la proroga dell’integrativo aziendale sono un risultato molto importante e chiude una fase di profonda incertezza che si trascina da anni. Nella convinzione che Credite Agricole sappia affermare quella discontinuità gestionale necessaria al rilancio, il sindacato, unitariamente affronterà il confronto con i lavoratori dalle prossime ore. “L’accordo su Carismi - secondo Daniele Quiriconi, segretario generale Fisac Toscana - rappresenta l’ultima grande vertenza di riorganizzazione sul tavolo da anni. Nella consapevolezza che il processo di riordino del sistema non si è esaurito col superamento di alcune drammatiche emergenze, esprimiamo la nostra soddisfazione per aver scongiurato soluzioni traumatiche per i lavoratori e aver posto le condizioni per il rilancio degli Istituti bancari toscani.”

La storica falegnameria Fabbrani, nata circa 90 anni fa, chiude l’attività (la proprietà dell’immobile vuole rientrare in possesso dello stesso per destinarlo ad altri usi): venerdì a Firenze i lavoratori(in totale i dipendenti sono una decina) e la Fillea Cgil hanno effettuato un presidio di protesta davanti alla sede di via Sestese. Sulla vertenza, il 27 ottobre alle ore 11 è prevista la riunione del Tavolo di Unità di crisi in Città Metropolitana a Firenze. “All’azienda chiediamo se intendono ripartire da un’altra parte: c’è grande rabbia e sconforto tra i dipendenti anche perché il lavoro non è mai mancato. Il nostro obiettivo è trovare una soluzione per reimpiegare questi lavoratori. C’è anche da coinvolgere il Comune di Firenze per capire il destino dell’area di via Sestese”, dice la Fillea Cgil.

A Coop Italia, la centrale nazionale di acquisti delle coop, si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle Rsu nella sede di Capalle. Ha votato l'80% degli aventi diritto per un totale di 298 votanti (su 374 aventi diritto). La lista della Filcams CGIL ha ottenuto oltre il 95% dei consensi, che corrispondono a 11 delegati su 12 totali. “Siamo estremamente soddisfatti dei risultati del voto perché la Filcams ottiene una percentuale altissima di consenso in una votazione democratica - dice Fabio Fantini di Filcams Cgil Firenze -. Crediamo sia la conferma del lavoro svolto fino ad oggi ma in particolare della fiducia nel lavoro che dovremo fare da domani in avanti, quando ci troveremo a discutere di tutte le questioni aziendali compresa la contrattazione aziendale”.

Redazione Nove da Firenze