Rubrica — Motori

SBK, Chaz Davies domina a Imola

Fotografie di Marco Savino

Due giorni da tutto esaurito all'autodromo Enzo e Dino Ferrari che ha visto la presenza di 75mila persone


Il britannico Chaz Davies su Ducati ha conquistato gara 1 e gara 2 mandando in delirio il pubblico di Imola. Due gare da incorniciare per il 30enne pilota Ducati che lo portano a quota quattro vittorie consecutive a Imola, nonché ad aggiudicarsi l'ottava doppietta in carriera. 

Pubblico delle grandi occasioni all'autodromo Enzo e Dino Ferrari, complice sicuramente il fine settimana di sole, con la presenza di 75mila persone sugli spalti. 

Tre giorni di grande sport a Imola quelli appena terminati che hanno visto, tra l'altro, condizioni della pista non perfette a causa delle numerose cadute del week end e un binomio Ducati-Davies assolutamente perfetto dal venerdì, tanto che agli avversari non è rimasto altro che guardare da lontano il dominatore del quinto round della Superbike. Distacchi importanti quelli di Gara 1, mentre Kawasaki modifica il set-up e scelta pneumatici per la gara di domenica, che permettono alla "verdona" di avvicinare il tempo sul giro del leader, ma non fino al punto d'impensierirlo per il gradino più alto del podio.

L’obiettivo di Jonathan Rea, in questa gara importantissima per il campionato, con due secondi posti, è stato quello di non commettere errori, regalando punti preziosi all’avversario Chaz Davies che ad Imola con un caldo che ha reso la pista rovente, sfiorando i 45 gradi domenica, ha infiammato i tantissimi fans che hanno invaso l’autodromo di Imola fin dal venerdì, superando complessivamente i 75.000 spettatori, che confermano Imola come uno degli appuntamenti più seguiti del mondiale Superbike.

Provato dal caldo e dall’emozione, Chaz senza parole, l’aria di casa ha portato bene al pilota e alla rossa di Borgo Panigale, che conquistano il massimo risultato possibile, Superpole, vittoria in Gara 1 e Gara 2, segnando in entrambe le manche il tempo più veloce in gara.

Marco Melandri conquista il suo primo podio a Imola con la Ducati del Team Aruba, anche se il feeling per tutto il week end non è mai stato perfetto, soprattutto in inserimento di curva con l’anteriore, che lo ha penalizzato anche in accelerazione dalle varianti più lente non riuscendo sempre a tenere la ruota anteriore a terra.

Appuntamento quello sullo spettacolare tracciato di Imola molto impegnativo per i piloti e per i motori, forse a causa dell’aumento delle temperature, sono state molte le cadute e i cedimenti meccanici che hanno rallentato il programma delle gare, soprattutto nella giornata di domenica. L’infortunio più grave è occorso a Luca Marconi pilota Yamaha del team Black Sleep (Stock 1000), sedato e trasportato urgentemente all’ospedale Maggiore di Bologna; migliorano le sue condizioni, confortante il referto della tac con esito negativo, resta in osservazione a causa delle numerose contusioni rimediate nell’impatto a terra e con la Ducati di Mike Jones.

Risultati Gara1 (12 giri): 1. Davies (Aruba.it Racing Ducati) in 21’21’’371, media 166,412Km/h, 2. Rea (Kawasaki Racing Team) a 6’696, 3. Melandri (Aruba.it Racing Ducati) a 9’297.

Risultati Gara 2 (18 giri): 1. Davies (Aruba.it Racing Ducati) in 32’12’’361, media 165,524Km/h, 2. Rea (Kawasaki Racing Team) a 3’739, 3. Sykes (Kawasaki Racing Team) a 4’342.

CLASSIFICA: 1. Rea 235pt, 2. Davies 161pt, 3. Sykes 160pt.

Fotografie di Marco Savino

Motori — rubrica a cura di Stefania Guernieri

Stefania Guernieri

Stefania Guernieri — Giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata di cronaca nera e cronaca giudiziaria per oltre 10 anni. Oggi scrive per varie testate giornalistiche di cibo e vino, motori e altri sport, politica. Ha esperienze in uffici stampa e gestione eventi, gestione campagne elettorali, ed ha curato l'organizzazione di numerose manifestazioni legate al settore enogastronomico.

E-mail: stefania.guernieri@gmail.com