Sbaraccando presenta il Medioevo

Sbaraccando e i “Prodotti dell’Archeodromo": in esposizione i prototipi realizzati dalla collaborazione fra archeologi, commercianti ed artigiani


SUCCEDE A POGGIBONSI (SIENA) — Un salto con e nella storia. Nell’edizione 2018 di “Sbaraccando”, l’iniziativa del Centro Commerciale Naturale “Via Maestra” che conclude il periodo dei saldi, saranno presentati in anteprima i primi prototipi dei “Prodotti dell’Archeodromo”. Si tratta del primo traguardo raggiunto da un lungo lavoro iniziato circa un anno fa con gli incontri fra gli operatori, coordinato dalla Fondazione Elsa, nell’ambito delle attività per la creazione dell’Otd (Osservatorio Turistico di Destinazione) voluto dal Comune di Poggibonsi.

In quell’occasione è nata l’idea, per collegare l’area fortezza con il centro storico della città, di utilizzare la filosofia che ha portato alla nascita dell’Archeodromo per realizzare una serie di prodotti che riproducono fedelmente quelli medievali. Caratterizzati da un marchio di qualità unico e dal contributo scientifico degli archeologi, i prodotti saranno in vendita proprio nei negozi del centro di Poggibonsi che aderiscono al progetto.

Sono nati, infatti, gruppi di lavoro con commercianti, artigiani e archeologi che a titolo volontario hanno iniziato ad incrociare le conoscenze scientifiche ricavate dalle fonti d’epoca e dagli scavi nella fortezza con le competenze di coloro che poi si sarebbero dovuti occupare della produzione e della commercializzazione.

Raccolta la disponibilità dei ricercatori di Archeotipo e del Centro Commerciale Naturale “Via Maestra”, il lavoro ha preso il via nei primi mesi del 2017. I primi risultati sono venuti dal gruppo che si è concentrato sui prodotti farmaceutici, cosmetici ed erboristici in uso del Medio Evo, del quale fanno parte l’archeologa Alessandra Nardini, Isa Strambi (presidente di “Via Maestra”), Sergio Del Zanna dell’omonima farmacia e la naturopata Alessia Umbriano dell’erboristeria “La Mandragola”. Insieme hanno messo a punto alcuni unguenti e tisane che da domani saranno in esposizione in una vetrina a loro dedicata su via della Repubblica messa gentilmente a disposizione dalla storica Farmacia Del Zanna, una delle più antiche di tutta la Toscana che già agli inizi del 1700 esisteva a Poggibonsi, sulla “Strada Maestra”, e che da 300 anni è sempre rimasta alla stessa famiglia di farmacisti.

Insieme agli unguenti e alle tisane, saranno in esposizione ed in vendita anche la birra medievale, prodotta dal Birrificio San Gimignano insieme agli archeologi e i tessuti realizzati a mano da una collaboratrice di Archeotipo.

Le tisane saranno in vendita anche nell’erboristeria “La Mandragola” e le birre saranno in degustazione presso l’enoteca “I love you” sempre lungo via della Repubblica che i poggibonsesi chiamano ancora “Via Maestra”.

Ognuno dei prodotti è contraddistinto da un pendaglio con il marchio “Podium Bonitii”, la stilizzazione della pianta del Cassero che riprende la forma antropomorfa teorizzata da Francesco di Giorgio Martini per la “città ideale”. Il logo, realizzato gratuitamente dal graphic designer Filippo Lorini, testimonia come ognuno dei prodotti sia stato validato dal team di Archeotipo guidato dal professore dell’Università di Siena, Marco Valenti. Il pendaglio reca la scritta: questo prodotto arriva a te dal Medio Evo. Ed è proprio questo l’obiettivo, replicando fedelmente la filosofia di fondo che ha fatto nascere l’Archeodromo.

Giuseppe Saponaro