Santa Maria Novella uscita Binario 16, arrivano bagni e chioschi

Gli assessori Del Re e Giorgetti: “Più servizi e accoglienza per utenti-viaggiatori e autisti”


Palazzo Vecchio annuncia più servizi per viaggiatori e autisti alla rampa del Binario 16: "Nuova illuminazione, tre chioschi con servizi di edicola, alimentari e generi vari e due moduli per l’accoglienza".

Nuova vita per viale Montelungo. In vista della riorganizzazione del trasporto pubblico, l'intervento sembra anticipare quella che sarà la nuova funzione dell'area adibita oggi ad interscambio ferro-gomma, ma soprattutto a stazione di partenza per i mezzi extraurbani nazionali ed internazionali
Un passo indietro verso la linea dell'allontanamento dei mezzi pesanti dal centro cittadino? Rischia di essere un doppione dell'Hub che nascerà agli ex Macelli accanto alla nuova Stazione Foster?

I due moduli. Il primo sarà dedicato agli utenti e comprenderà una sala di attesa e un punto informativo, il secondo sarà pensato per agli autisti (entrambi dotati di servizi igienici). Alia provvederà a spostare in altra zona i compattatori attualmente presenti.

L'incontro odierno tra Alia, Silfi e Comune di Firenze ha visto coinvolte le direzioni Sviluppo economico, Mobilità e Ambiente.
“Un intervento al quale l’Amministrazione stava lavorando da tempo in attesa di trovare una nuova collocazione ai compattatori – hanno detto gli assessori allo Sviluppo economico Cecilia Del Re e alla Mobilità Stefano Giorgetti – Dopo lo spostamento sarà possibile procedere con la realizzazione dei nuovi punti di accoglienza e la sistemazione dei nuovi chioschi e servizi”.

Il Comune di Firenze ha inoltre richiesto a Rfi di mantenere aperto a tutti il passaggio di accesso alla Stazione di Santa Maria Novella da piazzale Montelungo.

Sul fronte della riorganizzazione del trasporto urbano intanto Massimo Milli, Segretario Vicario Provinciale Faisa-Cisal Firenze dichiara a Nove da Firenze: "Ieri abbiamo inviato al Sindaco Nardella ed all'Assessore Giorgetti una richiesta d'incontro per fare il punto sull'applicazione dell'accordo di maggio siglato in Palazzo Vecchio. Ci troviamo alle porte della riapertura delle scuole e di una totale ripresa delle attività lavorative, pertanto non possiamo più rimandare la discussione. È giunto davvero il momento di "governare" e non "subire" questa epocale trasformazione della mobilità Fiorentina assieme alle Istituzioni ed alle Aziende interessate. Intanto, con l'Azienda Gest, abbiamo programmato per il mese di settembre tre incontri (il 13, il 20 ed il 27) con i quali entrare nel merito dei dettagli tecnico-organizzativi. Mi auguro al più presto si possa iniziare una discussione vera anche con Ataf".

.

Redazione Nove da Firenze