Santa Maria Novella, mercato contestato: Nardella ammette l'errore

Il primo cittadino chiede scusa alla città per l'errore di valutazione nella concessione della piazza


Terminate le nuove aiuole con le recinzioni in ferro inaugurate dall'assessore Alessia Bettini e completato il restauro dei due obelischi presentati dal sindaco Dario Nardella in piazza Santa Maria Novella è comparso un mercatino francese con tanto di Mulino.
Un Mercatino che "Non è armonizzato con il contesto - ammette Nardella - e si sono create fratture e malcontento tra residenti ed operatori per non parlare dell'impatto estetico sul quale avevo chiesto una attenzione che non c'è stata".

Residenti e soprattutto commercianti ed albergatori hanno criticato aspramente la concessione degli spazi a strutture giudicate troppo "impattanti" per il contesto. Dopo la polemica arrivano le scuse del sindaco.

Dario Nardella, a margine della presentazione dei nuovi spazi museali previsti nella futura ex Caserma di Santa Maria Novella dichiara: "Non ho nulla contro i mercatini e ritengo che molti mercatini se ben presentati con prodotti di qualità e artigianali siano molto meglio delle bancarelle che vendono cineserie e magliette dei calciatori contraffatte... ma nel caso di Santa Maria Novella sono stati fatti errori anche dai miei uffici che chiarirò ed approfondirò presto. Non andava fatto in quel modo quel mercatino. Su Santa Maria Novella abbiamo sbagliato sono per parlare chiaro. La piazza non è adatta per manifestazioni di questo tipo e da ora in poi ne cercheremo altre..".  

Redazione Nove da Firenze