Sanità: stabilizzazione per 500 precari, siglato il verbale d'intesa

A giorni usciranno gli avvisi pubblici, ecco i profili interessati. La soddisfazione dei sindacati di categoria


FIRENZE - Siglato oggi in Regione il verbale d'intesa per l'attuazione delle disposizioni del decreto legislativo 75/2017 per il superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni. Il verbale, firmato dal presidente della Regione, dall'assessore al diritto alla salute, dal direttore della direzione diritti di cittadinanza e coesione sociale, e dai rappresentanti delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, confederali e del comparto sanità, consentirà nel triennio 2018-2020 la stabilizzazione di oltre 500 precari che lavorano nel Serivzio sanitario toscano.

Nel verbale d'intesa, le parti si pongono come obiettivo comune il superamento del precariato, con l'obiettivo di completare nel triennio 2017-2020 il percorso di stabilizzazione previsto appunto dal d.lgs 75/2017 (riforma Madia). Allegati al verbale, gli indirizzi alle aziende e agli enti del Servizio sanitario regionale, con i quali si intende perseguire il duplice obiettivo di garantire uniformità di comportamento nell'ambito del Servizio sanitario regionale nell'attuazione delle disposizioni per il superamento del precariato, e dare immediato avvio ai percorsi di stabilizzazione del personale.

La stabilizzazione, si specifica negli indirizzi, dovrà trovare attuazione in coerenza con il piano triennale dei fabbisogni e con l'indicazione della relativa copertura finanziaria. Le procedure di stabilizzazione dovranno essere avviate da ciascuna azienda e ente del SSR nel rispetto del limite massimo complessivo del 50% delle risorse finanziarie disponibili per le assunzioni. Il fabbisogno di personale dovrà essere determinato in relazione all'attività programmata, per garantire i livelli essenziali di assistenza.

Nei prossimi giorni le ASL toscane usciranno con degli avvisi pubblici ai quali potranno rispondere tutti i lavoratori che hanno avuto almeno tre anni di contratto a tempo determinato al 31/12/2017. Si comincerà con i profili sanitari (infermieri, ostetriche, tecnici sanitari etc.) e OSS; entro un mese sarà la volta degli altri profili (amministrativi e tecnici). Infine verranno banditi da Estar i concorsi riservati per i lavoratori che avessero avuto altri contratti flessibili (collaboratori, etc.) per tutte le professioni per le quali sarà necessario.

Redazione Nove da Firenze