Rubrica — Calcio Storico

San Giovanni 2017, tutte le novità del Calcio Storico Fiorentino

Luca Lotti Magnifico messere della finale del torneo di San Giovanni 2017 Leggiadra Madonna la capitana della Fiorentina Women's Giulia Orlandi


Una tradizione fiorentina che si rafforza quella del Calcio Storico con l'ampliamento della capienza sugli spalti di Santa Croce, la creazione di squadre sempre più competitive, un regolamento ferreo e l'ausilio di arbitri reali e virtuali grazie alle riprese video, la 'professionalizzazione' del Corteo Storico che ha avuto la sua prima cena in Santissima Annunziata ed il desiderio di Palazzo Vecchio di aumentare il potere del brand, già amatissimo all'estero, accrescendone l'appeal anche sul territorio.
Svelati oggi Palio e Paliotto 2017 realizzati da Alberto Bertini e gli ospiti eccellenti: il ministro dello Sport Luca Lotti sarà il Magnifico Messere della finale e con lui confermata la figura della Leggiadra Madonna che quest'anno sarà la capitana della Fiorentina Women's Giulia Orlandi
Saranno invece lo storico direttore del Corteo della Repubblica fiorentina Luciano Artusi, alla guida del corteo dal 1960, e il pluricampione olimpico di tiro a segno Niccolò Campriani, Fiorino d'Oro della Città di Firenze, i Magnifici messeri delle due semifinali in programma rispettivamente il 10 giugno (Rossi contro Verdi) e 11 giugno (Azzurri contro Bianchi) in piazza Santa Croce. 

In Palazzo Vecchio l'assessore alle Tradizioni popolari Andrea Vannucci, il presidente del Calcio storico fiorentino Michele Pierguidi, la presidente del Consiglio comunale e rappresentante del Consiglio Feste e tradizioni Caterina Biti, il direttore del Corteo storico Filippo Giovannelli ed i presidenti delle associazioni dei Colori hanno presentato la nuova edizione del torneo.

"Un'edizione importante del Calcio storico fiorentino - ha detto Vannucci - su cui l'Amministrazione comunale ha investito e punta moltissimo. Il Calcio storico fiorentino si sta rivelando un elemento straordinario nella vita della città, capace di creare fortissimi legami di aggregazione tra i fiorentini ma anche di proiettare una grande immagine della nostra città e della nostra storia al di fuori dei confini cittadini. Quest'anno - ha proseguito Vannucci - è stato straordinario anche il percorso di avvicinamento al torneo con le trasferte di Marsiglia e New York e le cene dei Colori, in un mese delle tradizioni popolari che vedrà piazza Santa Croce sempre animata con la partita dei giovani, delle Vecchie glorie, il Palio dei Balestrieri di Toscana e la Giostra del Giglio".

"La manifestazione è cresciuta negli ultimi anni creando molta aspettativa – ha detto il presidente Pierguidi – anche perché tutti e quattro i Colori hanno allestito squadre agguerrite. Sarà importante il ruolo degli arbitri e del maestro di campo. Dal 2011 tutte le decisioni sono state prese dalla commissione disciplinare decisa dal Comune di Firenze. Chiedo la massima disponibilità per garantire la correttezza del gioco”.

“Sono convinta che i quattro colori offriranno un grande spettacolo - ha detto la presidente Biti - Una grande festa di Firenze organizzata sempre con enorme passione. Auguro un grande in bocca al lupo a tutti per questo grande evento che coinvolge la città”.

Redazione Nove da Firenze