Sampietrino scagliato verso bus Ataf

Fiaccolata contro il degrado alle Cascine venerdì sera


Un bus della linea 4 è in transito e un ragazzo di carnagione scura prende accuratamente la mira con un sampietrino in mano, proprio verso il vetro davanti. È un attimo. Dopo il lancio la pietra prende lo specchio destro e schizza sul vetro laterale mandandolo in frantumi. L'autista si è preso solo un grande spavento. Si è subito fermato ed ha chiamato la Sala Radio Ataf. Sono intervenuti i Carabinieri, ma il ragazzo è scappato subito dopo l'accaduto. Questa settimana è il secondo episodio dopo la rissa a bordo della linea 12 di giovedì in tarda serata. 

Gianluca Mannucci della FIT-CISL Firenze: "Con la RSU ATAF stiamo lavorando, in accordo con l'azienda, alla messa in sicurezza dei posti guida e all'attivazione della videosorveglianza. Come FIT-CISL abbiamo organizzato un concorso per le scuole chiamato SONO STATO IO per sensibilizzare il rispetto dei mezzi pubblici. Iniziative utili ma che vanno sostenute con interventi degli Enti pubblici, perché c'è un problema di deriva sociale che mette a rischio chi lavora e chi usa i mezzi pubblici. Come Sindacato abbiamo cercato di coinvolgere la Prefettura, che si è subito attivata. Servono interventi mirati e strutturali che riportino il rispetto delle regole come stile di vita e come garanzia delle persone per bene".

Venerdì sera alle Cascine, si sono ritrovati una cinquantina di cittadini dei Comitati Peretola- Baracca e San Jacopino a Piazzale del Re per protestare contro i recenti fatti di cronaca che hanno visto un nutrito gruppo di spacciatori ribellarsi ad un controllo di polizia aggredendo gli agenti e alcuni frequentatori del parco che si trovavano nei paraggi.

“Abbiamo deciso di organizzare immediatamente una fiaccolata – dichiarano i Responsabili dei due Comitati - per dare una risposta forte al degrado, all’abbandono e all’invivibilità del parco che sono alla base delle cause che hanno portato ai gravi fatti di qualche giorno fa. Non è possibile che i cittadini debbano avere paura a frequentare il parco de Le Cascine, percepito ormai da tante persone come un luogo malfamato. Non è possibile che un fiorentino che decida di avventurarsi nel più grande e importante spazio verde della città, venga raggiunto da minacce e offese ad opera di bande di delinquenti. Come Comitati rappresentanti i cittadini delle zone limitrofe al Parco, abbiamo deciso di impegnarci direttamente per cercare di recuperare questo importante spazio cittadino – proseguono i Comitati - questa fiaccolata non è stata che il primo di una serie di eventi, anche ricreativi, che organizzeremo per tornare a viverlo come meriterebbe. A breve lanceremo la seconda iniziativa – conclude la nota - invitiamo i cittadini che la pensano come noi a contattarci per collaborare insieme al fine di riprenderci insieme Le Cascine".

Redazione Nove da Firenze