Rissa all'alba: finisce a bottigliate, ubriachi e feriti

Calci, pugni e bottigliate in stato di alterazione alcolica


Questa mattina verso le ore 07:00, su segnalazione di alcuni cittadini per aggressione in corso tra alcuni stranieri, i carabinieri del nucleo radiomobile sono intervenuti in via Benedetto Marcello. Giunti sul posto, i militari hanno trovato il marciapiede con tracce di sangue e 5 stranieri che alla vista delle gazzelle si davano alla fuga.

I carabinieri li hanno fermati facendo intervenire anche il personale del 118 poiché due erano feriti, di cui uno con fratture multiple a volto che tuttora si trova a Careggi per le gravi ferite riportate per le quali dovrà subire un intervento chirurgico.
Dalla prima ricostruzione dei fatti, i 5, tutti ubriachi, dopo un'accesa discussione verbale, presumibilmente dovuta allo stato di alterazione in cui versavano, sono andati alle mani utilizzando anche colli di bottiglia.

In particolare, il soggetto che si trova in ospedale per intervento ha spaccato una bottiglia in testa all'altra persona finita con lui in ospedale e che ora si trova assieme agli altri negli uffici degli operanti. I restanti 3 uomini per prendere le difese di entrambi si sono presi a pugni e calci.
Per tutti è scattato l'arresto per rissa aggravata in concorso.

Simone Ginfaldoni per il Comitato di San Jacopino commenta a Nove da Firenze l'accaduto "Abbiamo appurato che si sono affrontati da via Marcello a via Delle Carra. I cittadini sono esasperati tutti i fine settimana è rumba, ubriachezza molesta risse danneggiamenti ad autovetture parcheggiate, urinate dentro i portoni.. Il tutto poi avviene la mattina dopo l'incontro pubblico dove tanti cittadini avevano parlato di questa situazione e chiesto più controlli per la sicurezza".

Redazione Nove da Firenze