Risciò sequestrati dalla Polizia Municipale in piazza Signoria

Svolgevano l’attività di accompagnamento di turisti senza avere le autorizzazioni.


In ordine di tempo il primo risciò è stato “beccato” in piazza della Signoria qualche giorno mentre aveva una coppia di turisti di Bolzano a bordo. Due agenti si sono avvicinati e hanno fermato il mezzo che era condotto da un conducente che era già stato pizzicato dalla Polizia Municipale mentre svolgeva la medesima attività senza però avere le autorizzazioni. I turisti hanno spiegato di aver pattuito con il conducente, un 42enne afghano, un tour turistico di mezz’ora al costo di 20 euro. Una dichiarazione che ha fatto scattare la multa per servizio abusivo di taxi (sanzione va da 1.761 a 7.045 euro e l’ammontare sarà stabilita dal prefetto) mentre il mezzo è stato confiscato.

È invece di questa mattina l’ultimo sequestro di risciò, in questo caso in piazza San Giovanni. Gli agenti hanno sanzionato un 34enne brasiliano mentre era fermo in attesa di accaparrarsi qualche cliente. Dagli accertamenti effettuati è emerso che l’uomo aveva sì presentato una Scia, ma questa era stata dichiarata inefficace da parte della Direzione Attività Economiche. Il brasiliano è stato quindi multato perché effettuava abusivamente attività di noleggio con conducente (sanzione da 422 euro). E per il risciò è stato sequestrato ai fini della confisca.

Redazione Nove da Firenze