​Reginaldo Giuliani: residenza, parcheggi e spazi pubblici nell’area ex Cerdec

Il progetto sarà sottoposto a valutazione ambientale strategica


Era atteso da tempo il piano di recupero dell’ex complesso produttivo a lungo dismesso: l’area dell’ex complesso industriale Cerdec di via Reginaldo Giuliani sarà un insediamento residenziale, con aree verdi, spazi pubblici, parcheggi e viabilità. La superficie utile lorda di progetto è stata ridotta dal regolamento urbanistico da 12mila a 8mila metri quadrati.

La giunta di Palazzo Vecchio ha dato il via libera alla proposta presentata dall’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini. 

“Un intervento importante che consente di recuperare un altro pezzo di città trasformando un’area industriale degradata in una zona residenziale moderna con ampi spazi pubblici e verde – ha detto Bettarini – Un piano di riqualificazione dell’area anche in termini ambientali, con riduzione delle emissioni inquinanti grazie alla realizzazione di una nuova viabilità secondo i criteri delle ‘zone 30’ e delle residenze con sistemi di alimentazione da fonti rinnovabili. Un intervento a ‘volumi meno di zero’ – ha concluso Bettarini - perché dopo il confronto con i cittadini la superficie utile lorda di progetto è stata ridotta dal regolamento urbanistico da 12mila a 8mila metri quadrati”.

Il complesso ex Cerdec, situato in via Reginaldo Giuliani, via della Petraia e via Giuliano Ricci, è costituito da un insieme di edifici a uso produttivo dismesso ormai da tempo e attualmente in stato di abbandono e fatiscenza. L’intervento prevede una quota da destinarsi a housing sociale. Il piano viene sottoposto alla verifica di assoggettabilità a valutazione ambientale strategica. 

Redazione Nove da Firenze