Referendum: Matteo Renzi chiude in piazza Signoria venerdì

Musica, dibattiti e interventi sulla Riforma del Titolo V. Danti a colazione con gli indecisi. Il No il 1° dicembre -alle ore 19:00- a Piazza della Repubblica. Tutti gli appuntamenti per decidere cosa votare


I cittadini saranno chiamati, domenica 4 dicembre, ad esprimere il loro voto in occasione del Referendum Popolare Costituzionale. I seggi saranno aperti dalle ore 7 alle ore 23. Subito dopo la chiusura delle urne avranno inizio le operazioni di scrutinio. 

Venerdì 2 dicembre alle 21.00 Matteo Renzi, segretario nazionale del Partito democratico e presidente del Consiglio, chiuderà questa lunga campagna referendaria con un comizio in piazza della Signoria a Firenze. Il partito democratico della Toscana ha organizzato un treno speciale per raggiungere il capoluogo. Un caffè e una “pasta” insieme agli indecisi. Questa l’idea dell’eurodeputato fiorentino Nicola Danti per l’ultima giornata di campagna referendaria, prima della chiusura nazionale con Matteo Renzi – sempre a Firenze, alle 21, in Piazza Signoria. L’appuntamento è per venerdì 2 dicembre alle ore 8.30 presso il Caffè Libertà (piazza della Libertà, 26/r, Firenze). Commenta Danti: «Vogliamo sfruttare anche le ultime ore disponibili per approfondire i tanti aspetti positivi della riforma con chi ancora non ha avuto modo di informarsi. Il 4 dicembre c’è in ballo un pezzo importante del futuro dell’Italia. Con un Sì potremo confermare una volta per tutte di essere quel Paese moderno e forte in grado di proporre le proprie soluzioni all’UE, riallineandoci alle grandi democrazie europee a partire dall’aggiornamento del nostro sistema istituzionale.»

Il primo dicembre dalle ore 19 alle ore 23 in Piazza della Repubblica si terrà una grande festa, con musica e interventi, per raccontare il nostro NO al referendum costituzionale, la serata è promossa da Mamme No Inceneritore insieme ad ANPI Firenze, Comitato Firenze Vota No, Libertà e Giustizia, Fiom-Cgil, Movimento 5 Stelle, etc.) sul fronte degli eventi per il No: musica, interventi a difesa della voce del territorio. Ci sarà un Focus sulla Riforma del Titolo V: con la riforma lo Stato avrà legislazione esclusiva su decisioni che riguardano gli inceneritori, aeroporto a Peretola e la Tav. La piazza è stata richiesta, per adempimento alla normativa sulle manifestazioni elettorali di Firenze, da Un'Altra Europa per Tsipras.

Al Palazzo Comunale di Pontassieve, Sala delle Eroine (ore 21-23): dibattito pubblico insieme a tutti i cittadini sulle ragioni del NO al Referendum costituzionale. Intervengono: Sara Paglini – (Senatrice M5S) Andrea Quartini – (Consigliere regionale Toscana M5S) Roberto Passini – Giurista (Ass. Giuristi Democratici) Giuseppe Adduci – (ex dirigente Regione Toscana) Marco Modena – (ex Magistrato, Comitato per il NO) Vania Bagni – (vice-presidente A.N.P.I. Firenze) Sandra Bonsanti- (Presidente emerito «Libertà e Giustizia») Sofia Demasi – (Comitato Studenti per il NO) Alessio Vignoli – (RSU FIOM-CGIL) Barbara Orlandi – (Politiche del Lavoro CGIL) E-mail: pontassieve5stelle@gmail.com

Cosa c'entra la Riforma della Costituzione con l'inceneritore di Firenze?

Redazione Nove da Firenze