Prosegue il codice giallo per vento forte

Annullato a Viareggio il Corso di martedì grasso e lo spettacolo pirotecnico. Dalle ore 15.30 Festa in Cittadella. L'allerta si concluderà alle 13 di domani


Prosegue l'allerta vento forte a Firenze che terminerà alla 13 di domani, mercoledì 1 marzo. Lo segnala il centro funzionale regionale nel nuovo bollettino di valutazione delle criticità che indica il codice giallo per la zona che comprende sia il Comune di Firenze che quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa. Stamani le raffiche hanno raggiunto una punta massina di 46 km/h.

A causa del vento, previsto fino a raffiche di 80-120 chilometri orari nel tardo pomeriggio, a Viareggio il corso mascherato di oggi, martedì 28 febbraio, è stato annullato per motivi di sicurezza. Per le stesse ragioni di sicurezza annullato anche lo spettacolo pirotecnico. Chi avesse già acquistato il biglietto può chiederne il rimborso dove acquistato. Per chi lo avesse acquistato online, vivaticket darà le informazioni per il rimborso. Alla Cittadella, dalle ore 15.30 del #CarnevalediViareggio musei aperti e hangar aperti per poter vedere le opere allegoriche con animazione.

Domani, mercoledì, ancora qualche residua precipitazione sparsa sulle zone interne fino alle prime ore del mattino con cumulati medi non significativi e massimi fino a 10 mm. Domani, mercoledì, ancora vento forte dai quadranti occidentali in mattinata, ma in attenuazione dal pomeriggio.

Si ricorda che, in caso di vento forte, sono possibili fenomeni occasionalmente pericolosi per l'incolumità delle persone, in grado di causare disagi e danni a carattere locale. Sono possibili isolate rotture di rami, caduta di alberi, tegole e cornicioni, danni a strutture provvisorie, con trasporto di materiale vario. Sono possibili, inoltre, localizzati problemi alla circolazione stradale in particolare su viadotti e ponti, con temporanee interruzioni della viabilità, nonché occasionali disagi dovuti a ritardi o cancellazioni dei collegamenti terrestri, ferroviari, aerei e marittimi, occasionali problemi alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità).

Redazione Nove da Firenze