​Professionisti e aziende aretine a lezione di cybersecurity

Giovedì 9 novembre si terrà il convegno "Normativa Gdpr e sicurezza informatica: focus e soluzioni"


Hacker ed esperti di sicurezza informatica arrivano ad Arezzo per confrontarsi con le imprese e i professionisti del territorio. Giovedì 9 novembre, alle 15.00, l'auditorium di Arezzo Fiere e Congressi ospiterà il convegno dal titolo "Normativa Gdpr e sicurezza informatica: focus e soluzioni" che è stato organizzato da Largabanda.it per spiegare la normativa europea che costringerà tutte le imprese a proteggere la loro navigazione in rete entro il 25 maggio 2018. La normativa, dal nome General Data Protection Regulation, contiene tutti gli standard per tutelare i dati sensibili e per scongiurare i danni economici legati a furti di ricerche, progetti o risorse frutto di molti anni di lavoro. L'evento è dunque aperto alle aziende interessate direttamente dal nuovo regolamento e ai professionisti che trattano dati personali e sensibili di clienti e pazienti (medici di studi associati, periti industriali, ingegneri, commercialisti e consulenti del lavoro), fornendo loro l'opportunità di ascoltare tutti i consigli necessari per mettersi in sicurezza e ottenere chiarimenti sull'iter da seguire. L'utilità di tale formazione è stata colta dall'Ordine degli Avvocati di Arezzo che fornirà due crediti ai propri associati che parteciperanno al convegno, mentre ai possessori di partita Iva sarà rilasciato un certificato di frequenza per l'autoformazione.

La responsabilità di parlare della normativa Gdpr e delle strategie per navigare protetti è stata affidata a Cristiano Cafferata, country manager di Sonicwall Italia, che sarà supportato dalle parole degli hacker Filippo Cavallarin e Pawel Zorzan Urban che illustreranno la facilità di violare le reti, accedere ai dati aziendali o rubare segreti industriali. Particolare attenzione sarà rivolta anche alla figura del Dpo - Data Protection Officer, il responsabile della protezione dati interno alle aziende previsto dalla normativa: a presentare il ruolo e i compiti di questo professionista sarà l'ingegner Roberto Granchi dell'Associazione Dpo. «Uniformarsi alla normativa è un obbligo e un dovere di aziende e professionisti - spiega Stefano Sestini, presidente di Largabanda.it. - Il mancato adeguamento prevede infatti multe fino al 4% del fatturato ma, soprattutto, costituisce un pericolo per le risorse, i dati e i progetti che sono il cuore del lavoro dell'impresa. Il convegno rappresenta dunque un prezioso servizio e un'occasione di informazione che abbiamo deciso di offrire a tutte le imprese del territorio aretino».

Redazione Nove da Firenze