Primarie PD: domenica 30 aprile si sceglie il segretario nazionale

Matteo Renzi: "Chi le vince sarà anche il candidato premier". Stasera presentati i candidati di Firenze per Emiliano. Andrea Orlando con Cenni e Fossi a Campi Bisenzio per parlare di Made in Italy. Federica Fratoni a Montaione per Renzi-Martina


Domenica 30 aprile si vota per l’elezione del segretario nazionale e dell’assemblea nazionale. I seggi saranno aperti dalle 8.00 alle 20.00. "Tra quattro giorni si svolgeranno le primarie per individuare in modo democratico il segretario del Pd per i prossimi quattro anni: il vincitore sarà anche il leader candidato a Palazzo Chigi alle prossime elezioni". Lo ha affermato Matteo Renzi sulla sua e-news.

Si vota tracciando un unico segno sul nome del candidato segretario o sulla denominazione della lista collegata. Non è ammesso voto disgiunto: votando il segretario si vota automaticamente anche la lista collegata e viceversa. Non è possibile esprimere voto di preferenza per i candidati. Ci si deve recare al seggio a cui afferisce la propria sezione elettorale di residenza con un documento di identità (tessera elettorale non necessaria). Per gli stranieri oltre alla carta di identità è necessario esibire il permesso di soggiorno, ovvero della ricevuta di richiesta del rinnovo del permesso di soggiorno. Gli elettori che studiano o lavorano oppure prevedono di trovarsi temporaneamente in una provincia diversa da quella di residenza, possono fare richiesta di voto fuori sede registrandosi al sito www.primariepd2017.it entro e non oltre le 12.00 di domani, giovedì 27 aprile, specificando il comune dove si troveranno. Potranno votare al seggio speciale per stranieri e fuori sede, allestito in ogni comune.

Anche i minorenni che intendono votare alle primarie devono, anche se iscritti al Pd devono obbligatoriamente registrarsi onlineal sitowww.primariepd2017.it, entro e non oltre le 12.00 di giovedì 27 aprile, indicando il proprio indirizzo di residenza. Voteranno al seggio a cui afferisce la via dove risiedono.

I cittadini comunitari ed extracomunitari potranno votare al seggio speciale per stranieri e fuori sede, allestito in ogni comune,previa registrazione online al sito www.primariepd2017.it, entro e non oltre le 12.00 di domani, giovedì 27 aprile.

Gli elettori che si trovano impossibilitati a lasciare la propria abitazione per motivi di salute, o che sono ricoverati presso strutture sanitarie, possono votare presso il proprio domicilio, facendo richiesta scritta. La richiesta, che deve contenere i dati anagrafici, l'indirizzo e un contatto telefonico dell'interessato, deve pervenire entro e non oltre le 12.00 di giovedì 27 aprile.

E’ richiesto il versamento di un contributo di almeno 2 euro a copertura delle spese organizzative. Gli iscritti al Pd, in regola con il tesseramento 2017, possono non versare il contributo. Per evitare la fila al seggio, è possibile (ma non obbligatorio!) registrarsi online al sito www.primariepd2017.it entro e non oltre le 12.00 di giovedì 27 aprile.

Presentati i candidati fiorentini della lista Noi per Emiliano. In vista delle primarie aperte del 30 aprile, stasera, i sostenitori della mozione Emiliano si sono riuniti al Circolo Arci Isolotto di Firenze, dove sono stati presentati i trenta candidati regionali della lista Emiliano per l'assemblea nazionale PD. All’iniziativa ha partecipato, seppur virtualmente, anche lo stesso Emiliano, con un collegamento in diretta web.

Andrea Orlando, parteciperà alla serata del 27 aprile (ore 21.30) al cinema Grotta a Sesto Fiorentino. Lavoro, uguaglianza, unità, sono le principali parole d'ordine della sua proposta politica: www.andreaorlando.info.

Il comitato In cammino con Renzi ha organizzato ha organizzato per venerdì 28 aprile, alle 18.00 un incontro a Montaione, presso il caffè Divino il piazza Cavour, con l’assessore regionale all’ambiente e alla difesa del suolo Federica Fratoni. Tema della serata “Turismo, ambiente e sviluppo delle aree rurali. Verso le primarie del 30 aprile”.

Venerdì 28 aprile Campi Bisenzio ospiterà l'iniziativa "Bello, pulito, buono e trasparente. Il Made in Italy che fa grande il Paese". Appuntamento dalle ore 10 presso l'azienda Giusto Manetti Battiloro, in via Tosca Fiesoli, per parleremo di Made in Italy, produzioni di qualità, contraffazione e caporalato con le imprese e i lavoratori del manifatturiero e del mondo agricolo, con interventi di Susanna Cenni, parlamentare del Pd e capolista della Mozione Orlando; di Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio, e conclusioni affidate al candidato alla segreteria del Pd, Andrea Orlando. All’incontro parteciperanno i rappresentanti del mondo produttivo, del lavoro e dell’associazionismo.

“L’iniziativa di Campi Bisenzio – spiega Susanna Cenni, parlamentare del Pd alla Camera e capolista della Mozione Orlando – chiude un percorso congressuale fatto di tanti incontri in cui Andrea Orlando ha illustrato le proprie idee e i risultati della conferenza programmatica, ascoltando imprese, lavoratori, studenti e insegnanti. Venerdì a Campi Bisenzio avremo nuovamente modo di parlare di sviluppo, alzando lo sguardo e guardando alla parte sana, pulita e bella del paese che con fatica, investimenti e convinzione rappresenta un volto importante dell'economia italiana. Quella parte che è formata dalle tante imprese agricole, artigiane e industriali, che sono fondamentali alleati per lo sviluppo del Paese. Tutti insieme cercheremo di ascoltare qualità, capacità e difficoltà di quel tessuto produttivo che è nostro dovere sostenere riorganizzando al meglio l'attività di contrasto al fenomeno della contraffazione, con norme adeguate, con una unica regia nel Governo, con iniziative territoriali che tengano assieme produttori, lavoro e istituzioni locali, agevolando e sostenendo quelle imprese che introducono sistemi di tracciabilità innovativi, provando a modificare alcune norme europee"

“Per me è un piacere e un onore ospitare a Campi Bisenzio un'iniziativa con Andrea Orlando in vista delle primarie del Pd - commenta Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzi – Importante è la sua presenza nel nostro territorio e ancora di più i temi trattati: la difesa del marchio “made in Italy” e la legge sul caporalato. Su impulso del ministro Orlando, pochi giorni fa, è entrato in vigore questa norma fondamentale che colpisce una vergogna del nostro Paese: una risposta dura ma giusta della politica a chi si rende colpevole del reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro”.

Sabato 29 aprile in mattinata il Partito democratico di Montelupo sarà al mercato settimanale in piazza dell'Unione Europea. Sarà presente l’europarlamentare Simona Bonafè a sostegno della mozione Renzi - Martina.

Redazione Nove da Firenze