PD: in Toscana una distrazione forzista in aiuto di Emiliano

Diventa un caso politico la collaborazione con il leader della mozione minoritaria da parte della referente della comunicazione di Stefano Mugnai, consigliere regionale azzurro


(DIRE) Firenze, 20 mar. - Addetta stampa della mozione di Michele Emiliano per un weekend. A trovarsi in questa singolare situazione e' stata Monica Nocciolini, assunta in Consiglio regionale dal gruppo di Forza Italia e referente della comunicazione di Stefano Mugnai, il leader degli azzurri sia a palazzo del Pegaso che in Toscana. Ed e' proprio questo suo inquadramento professionale l'origine dell'inedito inghippo. Sabato scorso, Nocciolini firma un comunicato indirizzato ai colleghi di agenzie, quotidiani ed emittenti televisive per presentarsi quale referente della mozione del governatore della Puglia al congresso del Partito democratico. E la cosa finisce li': non succede niente fino a stamattina, quando si diffonde per i corridoi del Consiglio regionale e all'interno di Forza Italia la notizia dell'impegno di Nocciolini con Emiliano. Nel concreto, implicherebbe lavorare per il consigliere dem, Paolo Bambagioni. Con quest'ultimo, peraltro, una collaborazione in effetti c'era stata in passato, ai tempi della commissione d'inchiesta sugli abusi nella comunita' del Forteto. Non appena la faccenda arriva alle orecchie dei forzisti scatta l'allarme. Ed e' un allarme rosso: Mugnai si accorge che il nuovo incarico al servizio di un capo-mozione del Pd e' "incompatibile" col contratto che lega Nocciolini a Forza Italia in un rapporto fiduciario. Visti, poi, i molti retroscena nazionali ricamati attorno ai buoni rapporti personali che il presidente della Regione Puglia vanta con l'ex premier, Silvio Berlusconi, oltre all'imbarazzo la questione rischia di 'suonare' come una sorta di soccorso azzurro al candidato piu' rosso del Pd.

Passano poche ore, in effetti, e fra Nocciolini e Mugnai si consuma un chiarimento che porta, dopo l'accertamento di una leggerezza, al radicale dietrofront della giornalista che gia' nella scorsa legislatura aveva prestato servizio con consiglieri di centrodestra, prima con Alberto Magnolfi (Pdl, Ncd), e successivamente con lo stesso Mugnai. "Cari colleghi- si legge in una nota, inviata nel pomeriggio- nei giorni scorsi vi avevo scritto di cercarmi pure, oltre che per le consuetudini legate al presidente e coordinatore Mugnai, anche per la campagna congressuale Pd relativamente alla mozione di Michele Emiliano. Non e' piu' cosi': le disposizioni nei miei confronti sono mutate e a mia volta sono a mettervene a parte". Dunque, ricapitolando, fa sapere, "tutto prosegue come di consuetudine e rimango a vostra disposizione come sempre per il gruppo consigliare regionale Forza Italia, Stefano Mugnai e per il coordinatore regionale di Forza Italia, Stefano Mugnai". Una forma di evasione, in realta', la conserva. Nocciolini pur dovendo sacrificare l'incarico per il 'cavallo politico' Emiliano, manterra' comunque un rapporto col mondo dei quadrupedi. E lei e' stessa a suggerire, cosi', di "non dimenticare per le cose canine- fra i vari incarichi- qualazampa.news". (Cap/ Dire)

Redazione Nove da Firenze