Passerella Isolotto Cascine: cantiere in diretta Social

Centinaia di cittadini in attesa lungo le sponde dell'Arno


Grande attesa per la copertura dell'Arno con la nuova campata da applicare sui piloni rinforzati nei mesi scorsi. Centinaia di cittadini si sono riversati sulle sponde del fiume fiorentino per assistere al montaggio.

Il post su Facebook del sindaco Dario Nardella: "Ecco la nuova passerella dell'Isolotto. A piedi o in bici potremo presto riattraversare l'Arno dalle Cascine a piazza dell'Isolotto! Un intervento tanto atteso: l'avevamo promesso, l'abbiamo mantenuto".

L'assessore Stefano Giorgetti presenta così, sempre su Facebook, la nuova campata della passerella appena collocata sugli appoggi "Le operazioni sono iniziate nelle prime ore della mattina. Le maxi gru, arrivate una da Livorno e una da Genova, sono state posizionate e intorno alle 14 è iniziato lo spostamento della trave in corrispondenza della passerella. Poco dopo le 18 è cominciato il sollevamento della campata. Le operazioni di appoggio si sono concluse dopo le 18.30. Da domani i lavori di rifinitura come la pavimentazione e la verniciatura della nuova campata. A fine mese l'apertura".

Il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni segue da giorni le fasi di completamento dell'attraversamento ciclo-pedonale e non si è fatto sfuggire la diretta video su Facebook.
Un evento, quello previsto per oggi lunedì 9 ottobre, che non solo il presidente di Quartiere ma anche i numerosi cittadini presenti fotografano e postano sui Social.

I lavori sono stati prolungati a causa di alcuni imprevisti, la consegna dell'opera è prevista per fine mese dopo le rifiniture ed i collaudi. Nelle scorse settimane la lunga storia della passerella Isolotto - Cascine ha dovuto registrare anche quella che Palazzo Vecchio ha etichettato come Fake News rilanciata dai social ovvero il naufragio della vecchia campata, che l'amministrazione ha spiegato essere stata volutamente adagiata su un fianco verso una sponda dell'Arno e che è stata recuperata con qualche difficoltà in più di quanto progettato ad inizio dei lavori.


Redazione Nove da Firenze