Parcheggia l’auto in piazza Duomo con la fotocopia di un permesso di disabili

Denunciato dalla Polizia Municipale. A Prato guida senza patente né assicurazione e con revisione scaduta


Con una fotocopia a colori del contrassegno invalidi intestato alla moglie aveva lasciato la sua auto di grossa cilindrata parcheggiata in piazza Duomo. Ma quando il proprietario è arrivato a riprendere la vettura ha trovato ad attenderlo una pattuglia della Polizia Municipale. Per l’uomo, oltre alla multa per il divieto di sosta in area pedonale, è scattata una denuncia per il reato di falso di autorizzazioni amministrative che prevede anche la reclusione fino ad un anno. Il permesso invalidi viene rilasciato a chi presenta determinati deficit invalidanti e deve essere necessariamente utilizzato direttamente dall’intestatario o a favore dello stesso. Non ha seguito la regola il cinquantottenne fiorentino che questa mattina aveva lasciato la propria auto parcheggiata in piazza Duomo di fronte alla presidenza della Regione Toscana. L’auto di grossa cilindrata non è passata però inosservata a una pattuglia della Polizia Municipale impegnata a controllare l’area dove, con il recente posizionamento delle barriere antiterrorismo, è stato istituto il divieto di sosta permanete. Sul cruscotto dell’auto era esposta la fotocopia a colori di un contrassegno invalidi rilasciato dal Comune di Firenze. Gli agenti stavano effettuando gli accertamenti sul permesso quando è arrivato il proprietario dell’auto. L’uomo, risultato essere poi il marito dell’intestataria del contrassegno originario, è stato denunciato per il reato di falso in autorizzazioni amministrative che prevede la reclusione fino ad un anno. L’uomo è stato anche multato anche per il divieto di sosta in area pedonale (sanzione da 41 euro).

Nel pomeriggio di mercoledì, una pattuglia del Reparto Territoriale della Polizia Municipale di Prato, nell’ambito del normale servizio, ha fermato in via dei Trebbi un ciclomotore condotto da un cittadino di nazionalità indiana. Il conducente, alla richiesta di esibire i documenti, non è stato in grado di mostrare alcun documento idoneo alla guida ed il veicolo è risultato sprovvisto di assicurazione e con revisione scaduta. Gli agenti hanno allora effettuato dei controlli presso la banca dati della Motorizzazione, per verificare se il conducente fosse titolare di patente di guida italiana, con esito negativo. La persona è stata quindi sanzionata per guida senza patente e per aver circolato con veicolo non assicurato e non revisionato, per un totale di 6.018 euro. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro e a fermo amministrativo per la durata di tre mesi. Poco dopo, sempre la stessa pattuglia, ha fermato in zona Filzi un autocarro condotto da un cittadino cinese che circolava con il veicolo non revisionato e sottoposto a fermo. Il mezzo, risultato ancora sprovvisto di regolare revisione, è stato sottoposto a sequestro ai fini della confisca, mentre il conducente, nonché proprietario, è stato sanzionato per un importo di 1.959 euro.

Redazione Nove da Firenze