Nuovo Stadio: il 10 dicembre la presentazione del progetto

Forza Italia: “Giunta Nardella immobile, quello dell’Osmannoro è un progetto o un diversivo?”


Nuovo Stadio di Firenze, l'argomento torna d'attualità in vista del Natale 2016: sarà la volta buona?
L'area Mercafir, ultima location proposta per l'allestimento della Cittadella sportiva che comprenderebbe il campo, le tribune, il centro direzionale, ed ancora uffici ed annessi commerciali e turistici sarebbe al momento una serie di numeri e linee sul tavolo di Palazzo Vecchio.
Si tratta dell'ipotesi più concreta oppure gli occhi sono ancora rivolti altrove? Cosa ne sarà del Mercato di Novoli e cosa dell'Artemio Franchi al Campo di Marte?

Dietro al desiderio di dotare la squadra locale, amatissima, di una struttura all'altezza del calcio moderno facendo affidamento sulla volontà di investire avanzata dalla famiglia Della Valle in passato, si nascondono ancora i dubbi propri del gene fiorentino. 
Dopo aver sentito parlare infatti di restyling del Comunale, con l'ipotesi di una copertura e di migliorie tecniche, in parte già significativamente attuate, l'idea di veder sorgere una struttura ex novo appare ancora utopia urbanistica. A questo si aggiungerebbe l'incertezza sul trasferimento delle attuali funzioni della Mercafir presso un lotto individuato all'Osmannoro.

“Il prossimo 10 dicembre la Fiorentina presenterà il progetto per il nuovo stadio nell’area Mercafir, ma nel frattempo l’amministrazione comunale è ferma all’elaborazione della variante urbanistica per spostare il mercato all’Osmannoro, e gli operatori, così come il presidente di Mercafir Angelo Giorgetti ascoltato questa mattina in commissione controllo, non sanno nulla del proprio futuro. Sorge spontanea la domanda: cosa aspetta la giunta Nardella? Qual è il perché di questo stallo amministrativo?” domanda il capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai.

“Il sospetto che l’Osmannoro più che un progetto sia un diversivo per prendere tempo aspettando di conoscere il finale di partita per l’area di Castello prende corpo. Non si spiega altrimenti perché, se davvero il Comune vuole spostare Mercafir all’Osmannoro, non sia stato ancora possibile definire i dettagli dell’operazione – sostiene l’esponente azzurro –. Nel frattempo il tempo passa, e tra un mese Fiorentina presenterà alla stampa il progetto del nuovo stadio. Comprendiamo bene che i processi urbanistici siano complessi, ma se non c’è neppure la volontà di provare a mandare avanti le due operazioni in parallelo, non si capisce come sia possibile arrivare a una soluzione positiva della vicenda”.
“Se Nardella ci ha ripensato, allora lo dica chiaramente: è in piedi un’ipotesi di spostare Marcafir a Castello? Ci aspettiamo di conoscere presto la verità. Lo chiediamo noi, lo pretendono gli operatori che in ballo hanno la propria attività e il futuro di imprese e lavoratori” conclude Cellai. 

Redazione Nove da Firenze