Nuove assunzioni in Alia entro marzo 2018: ecco le figure richieste

L'accordo prevede la stabilizzazione del personale in graduatoria non ancora assunto


La Fp Cgil di Alia azienda di Igiene Ambientale su Firenze, Prato, Empoli, Pistoia, dopo aver vinto le elezioni della Rsu e Rlssa in azienda pochi giorni fa riuscendo ad ottenere la maggioranza assoluta dei seggi, il 10 novembre ha firmato un accordo (insieme a Fit Cisl, Uilt e Fiadel) per l'assunzione di 225 lavoratori entro marzo 2018. L'accordo prevede la stabilizzazione del personale in graduatoria non ancora assunto (si parla di 67 persone), ma oltre a questo è in programma la creazione di due nuovi bandi di gara per operatore ecologico, autista, operatori di impianti e impiegati.

"L'accordo, frutto del lavoro di mesi, riconosce finalmente la stabilizzazione di personale precario, a cui vogliamo che Alia ricorra solo per le sostituzioni dei lavoratori a tempo indeterminato, e una presa d'atto, che noi sosteniamo da mesi, di mancanza di personale in organico - dice la Fp Cgil -. Abbiamo iniziato la nostra campagna per le elezioni RSU e RLSSA, dove i nostri obiettivi erano - e sono - aumentare l'occupazione e renderla sempre più stabile, migliorare le condizioni di salute e sicurezza, determinare una più efficiente organizzazione del lavoro, difendere l'ambiente e la qualità dei servizi ai cittadini. Il primo tassello è stato messo, ed è importante per proseguire l'impegno su tutte le altre problematiche".

“Con questo accordo – dicono Stefano Boni e Francesco Chiaravalli, segretario generale e segretario generale aggiunto della Fit-Cisl Toscana - si è dato avvio al nuovo modello organizzativo. Le organizzazioni sindacali e la Fit-Cisl in particolare si sono sempre battuti per la costituzione del ‘Comitato Lavoro’, organismo paritetico all’interno della società in cui la dirigenza e le organizzazioni sindacali si confrontano e verificano le esigenze aziendali, per poi condividere e assumere gli indirizzi strategici più idonei ad un moderno sviluppo della società dei servizi, delle condizioni e prospettive di lavoro. E’ appunto in questo contesto che si sono realizzate le condizioni per questo accordo. In questa importantissima intesa la Fit-Cisl ha svolto un ruolo di guida, con l’obiettivo di migliorare gli aspetti organizzativi ma soprattutto per dare risposta al mondo del lavoro e creare nuove opportunità per i giovani, realizzando occupazione stabile e gratificante.”

Redazione Nove da Firenze