Nuova uscita per le Cappelle Medicee: un bando internazionale

La nuova uscita creerà un luogo suggestivo della città di Firenze


La sistemazione complessiva della nuova uscita delle Cappelle Medicee, che si troverà sul Canto dei Nelli, prevede la progettazione della copertura della stessa nuova uscita, della scala di collegamento con gli spazi interrati - dove troveranno spazio i servizi e il bookshop - e della nuova definizione del percorso museale. Collocata nella zona delimitata tra i corpi di fabbrica della Cappella dei Principi, della Sagrestia Nuova e dell’estremità destra del transetto della Basilica di San Lorenzo, la nuova uscita andrà quindi a definire un luogo molto singolare della città di Firenze.

Dal 1869 le Cappelle Medicee sono un Museo statale, ma la loro storia e articolazione architettonica è strettamente legata alla basilica di San Lorenzo, già parrocchia dei Medici, che vi furono sepolti fin dalla prima metà del Quattrocento. Il museo è costituito dalla Sagrestia Nuova, opera magistrale di Michelangelo per progettazione architettonica e decorazione scultorea ed ultima testimonianza fiorentina del suo genio artistico, dalla Cappella dei Principi, monumentale mausoleo, dalla Cripta, dove sono sepolti i Granduchi Medici e i loro familiari, e dalla Cripta lorenese, che accoglie, oltre alle spoglie della famiglia dei Lorena, il monumento funebre a Cosimo il vecchio “Pater Patriae”. Il museo conserva inoltre una parte del prezioso Tesoro della Basilica di San Lorenzo, costituito da parati sacri e magnifici reliquiari. Oggi il Museo delle Cappelle Medicee è tra i monumenti più visitati a Firenze e in Italia. Al 30 novembre 2017, il numero dei visitatori registrato è stato di 320.475.

"Il concorso" come dichiara la Dottoressa D’Agostino "rappresenta l’ultima tappa di un lungo percorso, promosso e finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, volto al miglioramento delle vie d’accesso, di valorizzazione e di messa in sicurezza di questo complesso museale unico al mondo per ricchezza architettonica e scultorea. I lavori furono iniziati nel 2009, su iniziativa dell’allora Soprintendente dottoressa Cristina Acidini e dal Direttore del Museo, dottoressa Monica Bietti, grazie ai finanziamenti statali e ad un contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Nel gennaio 2015 è stato approvato dal Ministero un finanziamento al Museo Nazionale del Bargello di 900.000 euro, diviso in tre annualità e vincolato alla realizzazione della Nuova Uscita del Museo delle Cappelle Medicee, concesso ai sensi dell’art. 1 comma 9 della legge 190/2015. Per due anni la Direzione del Museo del Bargello ha lavorato in sinergia con la Soprintendenza, con l’architetto Alessandra Marino, prima, e con il dottor Andrea Pessina, poi, al prosieguo dei lavori e alla definizione delle modalità di progettazione. Vista l’importanza storica e urbanistica dell’uscita si è deciso di collaborare con l'Ordine degli Architetti di Firenze e la Fondazione Architetti Firenze per bandire un concorso di idee progettuali che ridisegni un luogo topico della storia e dell’urbanistica della città gigliata”.

"L'auspicio è che con questo concorso si possa iniziare una nuova stagione in cui le pubbliche amministrazioni utilizzino in modo sistematico lo strumento del concorso, come peraltro succede in tanti paesi europei" ribadiscono Silvia Moretti e Serena Biancalani, presidenti di Fondazione e Ordine Architetti Firenze, che proseguono "Lo strumento del concorso dovrebbe far parte delle attività ordinarie nella progettazione dello spazio pubblico. Vorremmo sollecitare tutte le pubbliche amministrazioni a fare tanti concorsi sui grandi ma anche sui piccoli interventi, che spesso hanno una forte valenza culturale, riferita alla qualità del vivere e abitare la città".

Il Concorso sarà aperto fino alle 12 del 15 febbraio 2018. Per il vincitore è previsto un premio di 16.936,28 euro oltre l’incarico per i successivi livelli di progettazione e per la direzione lavori. È stato inoltre disposto un montepremi di 16.000 euro di rimborsi spese da assegnare ai migliori 5 progetti. La giuria sarà composta da Gennaro Miccio, dirigente MiBACT – Segretario regionale per il Piemonte; Maddalena Ragni, già dirigente MiBACT – Direttore Generale MiBACT; Pia Petrangeli – dirigente MiBACT – Servizio I – Direzione generale Belle Arti e Paesaggio; Matteo Luca Ceriana – funzionario storico dell’arte MiBACT – ex Direttore Galleria Palatina Firenze; e Valerio Tesi – funzionario MiBACT – SABAP per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato.

I risultati del concorso verranno comunicati entro il 21 maggio 2018, quando sarà pubblicata la graduatoria definitiva con la proclamazione del vincitore.

Agli autori di tutte le proposte meritevoli (primi cinque classificati più eventuali altre proposte meritevoli di menzione) - previo esito positivo della verifica dei requisiti dei partecipanti - sarà rilasciato un Certificato di Buona Esecuzione del Servizio, utilizzabile a livello curriculare, sia in termini di requisiti di partecipazione che di merito tecnico nell'ambito di procedure di affidamento di servizi di architettura e ingegneria.

Il costo stimato per la realizzazione dell’opera è di 540.000 euro. Tra i criteri di valutazione che saranno seguiti dalla giuria ci saranno la soluzione progettuale dell’uscita e della sistemazione esterna, con particolare attenzione al rapporto con il contesto urbano e architettonico, oltre alla definizione dello spazio interrato e la sua caratterizzazione con materiali e finiture e all’ideazione degli arredi del bookshop.

Il bando del concorso è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – Serie Speciale Contratti Pubblici n.132 del 15 novembre 2017 ed è consultabile anche su:

https://concorsiarchibo.eu/cappellemedicee

sito: www.bargellomusei.beniculturali.it Sezione Bandi di concorso.

Redazione Nove da Firenze