Nozze d'argento per Sting e Trudie alla festa d'estate nella tenuta Il Palagio

Fotografie di Marco Savino

Al consueto party estivo al Farm Shop della tenuta di Figline Valdarno il saluto ad amici e collaboratori, l'annuncio dell'anniversario della coppia e le canzoni dell'ex leader dei Police per la gioia dei presenti


Ad annunciare l'anniversario delle nozze avvenute nell'agosto del 1992 è stata Trudie Styler appena salita sul palco per salutare amici e conoscenti. Un discorso con qualche parola in italiano ricordando anche quanto accaduto poche ore prima ad Ischia a causa del terremoto ed il saluto a Beppe, storico dipendente dell'azienda al quale è dedicato anche il rosato che porta il suo nome: “Beppe!”.

La consueta festa d'estate presso il Farm Shop della tenuta della coppia a Figline Valdarno è ormai divenuta un evento molto atteso dell'agosto toscano con ospiti provenienti da ogni parte del mondo: Russia, Germania, Francia, Inghilterra ed Usa.

Una occasione per salutare la coppia e assaggiare i prodotti dell'orto di Sting con verdure fresche, miele, confetture, olio e vino, oltre che visitare la Toscana, naturalmente.

La prima ad arrivare è stata la moglie Trudie che - con guardia del corpo al seguito - ha salutato gli ospiti, ha posato per i consueti selfie ed ha accolto i regali che le venivano donati dagli ospiti. Presente anche Dario Cecchini, il noto macellaio di Panzano anche lui ormai ospite fisso al party d'estate in casa Sting.

Il cantante si è fatto attendere qualche minuto in più, ma al suo arrivo ha ugualmente salutato gli ospiti, mostrando un po' di stanchezza forse dovuta al tour “57th & 9th Tour” che lo ha visto impegnato in concerto in Italia a fine luglio e che lo porterà in Usa a partire dal 29 agosto e poi di nuovo in Europa e Russia fino a fine anno.

Una volta sul palco, presentato dalla moglie Trudie, l'ex leader dei Police ha dato vita a una meravigliosa performance intonando tre dei suoi più grandi successi: Englishman in New York, Sister Moon e Message in a Bottle. Da queste ultime due canzoni prendono i nomi due fra i vini prodotti dalla Tenuta Il Palagio e offerti nel corso del party.

Tra una canzone e l'altra, Sting ha chiamato ad esibirsi anche il figlio maggiore (avuto dal primo matrimonio), Joe Sumner che ha cantato “Looking for me Looking for you” e poi la ninna nanna dedicata alle figlie “Jelly Bean”, anche loro sul palco insieme a lui, con Sting seduto vicino in un'atmosfera calda e familiare. 

La serata si è poi conclusa con tanti applausi, selfie e saluti a tutti per poi risalire in villa con gli amici più stretti. 

Stefania Guernieri