Musei, Nardella: "Parlero' a Franceschini della situazione all'Accademia"

Sul tema si attiva anche la commissione Istruzione e Cultura del Senato


(DIRE) Firenze, 3 nov. - "Parlero' a Franceschini della situazione all'Accademia, perche' cosi' non e' accettabile. In Italia non si puo' piu' assistere all'ennesima disperazione del direttore di turno perche' non ha il personale minimamente sufficiente e adeguato alla tutela e alla valorizzazione di un patrimonio come quello delle opere michelangiolesche". Lo sottolinea il sindaco di Firenze Dario Nardella che a Controradio commenta il recente sfogo della direttrice del museo Cecilie Hollberg, costretta tra le altre cose a lasciare il proprio ufficio e a lavorare da casa per far posto al lavoro dei sindaci revisori viste le ristrettezze degli spazi. Il David di Michelangelo, custodito proprio all'Accademia, "e' un simbolo dell'umanita', forse l'opera d'arte piu' conosciuta e piu' amata nel mondo. E per quel che riguarda le risorse economiche, umane e tecnologiche qualunque Paese o citta' del mondo lo terrebbe con la piu' grande attenzione. E' una fatto di civilta' prima ancora che politico". Per questo, assicura Nardella, "ne parlero' al ministro Franceschini appena lo vedro' e sono fiducioso che sapra' comprendere questa emergenza. Ci sono cose che vanno fatte".

Sui problemi dell'Accademia, le criticita' legate al poco spazio e al personale segnalate piu' volte dalla direttrice del museo Cecilie Hollberg, "il sindaco Nardella ha ragione. Sentiro' anch'io il ministro Franceschini. L'Accademia ha bisogno di maggiori risorse e di piu' personale". Lo sottolinea alla 'Dire' Andrea Marcucci, presidente della commissione Istruzione e Cultura del Senato. "Grazie al David di Michelangelo la fama e gli incassi del museo sono stratosferici. Per questo- conclude il parlamentare 'dem'- lo Stato deve fare di piu'". (Dig/ Dire)

Redazione Nove da Firenze