Rubrica — Fiorentina

Morto Giuliano Sarti, il portiere del primo Scudetto

Immenso il vuoto umano che lascia la scomparsa dell'ex portiere della Fiorentina e della Nazionale italiana


Firenze piange Giuliano Sarti, uno dei migliori portieri della Storia del Calcio italiano. Ha difeso la porta della Fiorentina del primo Scudetto e con la maglia viola vincerà uno Scudetto mitologico, la Coppa Italia, la Coppa delle Coppe e la Coppa Grasshoppers.
Due scudetti, due Coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali le conquisterà all'Inter.

"Quella di Sarti è una figura che rimarrà nella storia del calcio e della Fiorentina, un insostituibile portiere viola del primo scudetto (1955-56) e contemporaneamente il portiere della nazionale - ricorda il presidente Eugenio Giani che esprime il cordoglio del Consiglio regionale della Toscana - Giuliano Sarti però è stato anche una straordinaria figura dal punto di vista umano, ha saputo interpretare il ruolo di calciatore professionista di grande successo per offrire esempio ai giovani, con un’attività di formazione e di presenza nel calcio dilettantistico. Quando diventai assessore allo sport del Comune di Firenze, volle subito invitarmi al Galluzzo dove lui allora seguiva i bambini. Mi colpì profondamente il senso di un amore per lo sport che era trasmissione di valori alle nuove generazioni. Se ne va un pezzo importante della Fiorentina del primo scudetto e soprattutto un uomo valido che ha amato Firenze a fondo”.

"Grandissimo dispiacere per la scomparsa di Giuliano Sarti, un pezzo della storia di Firenze e della Fiorentina. Uno dei più grandi portieri italiani di sempre, che ha onorato la maglia viola nel calcio e nella vita. Uno dei grandi eroi dello scudetto del '56 ai quali Firenze ha voluto dedicare una piazza della città e che resterà per sempre nel cuore di tutti i tifosi e di tutti i fiorentini. Alla famiglia il cordoglio mio personale e dell'Amministrazione" il commento dell'assessore allo Sport del Comune di Firenze, Andrea Vannucci.

"Un monumento della storia viola e del calcio italiano, prototipo del portiere moderno, nella sua carriera, dopo la sfortunata finale di Coppa Campioni di Madrid con la Fiorentina, ne vincerà due con la maglia dell’Inter di Herrera. Entrato nella Hall of Fame viola, il Franchi gli aveva tributato un grande omaggio nella serata dei 90 anni dalla fondazione" così la Proprietà, la Dirigenza e tutta la Fiorentina si stringono attorno alla famiglia ed esprimono le più sentite condoglianze per la scomparsa di un eroe della storia viola.

L'ACF Fiorentina avvisa che "Per tutti coloro che vorranno dare l’ultimo saluto al nostro campione Giuliano Sarti, da oggi alle ore 17:00 fino alle 14:00 di domani è stata allestita la camera ardente al Centro Coordinamento Viola Club e Glorie Viola (Viale Fanti, di fronte allo stadio). Il feretro, pochi minuti dopo le 14:00, farà il giro all’interno dello stadio per l’ultimo saluto dei tifosi (ingresso lato Curva Fiesole). I funerali si svolgeranno alle ore 15:30, presso la Basilica di San Miniato al Monte (Via delle porte Sante 34 Firenze)".

Nel ruolo di commentatore sportivo viene unanimamente riconosciuta a Sarti una disponibilità unica unita ad una classe ed una prontezza di spirito fuori dal comune. Saggezza, Simpatia, Sportività.

Addio Giuliano, Uno di noi.

Redazione Nove da Firenze