Meteo: nevicate sui passi appenninici

Mareggiate e tempo instabile sulla costa. Lavoro pre natalizio per rimuovere materiale in alveo e migliorare il deflusso dell'acqua


La Sala di Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze segnala che si stanno registrando locali nevicate sui passi appenninici (600-1000 metri). Si ricorda l'obbligo delle dotazioni invernali sulle strade di competenza metropolitana.

Era nell'aria già da qualche giorno e alla fine l'impianto della Bufalina è stato acceso. Dopo le forti piogge di domenica e lunedì, i livelli del Lago di Massaciuccoli sono aumentati sensibilmente, passando in pochi giorni da quota -11 cm a +26cm rispetto al livello del mare. Una escursione importante, ma che rientra nei normali movimenti del Lago di Massaciuccoli, che raccoglie nel suo invaso circa il doppio della quantità di acqua piovuta al suolo. Un fenomeno noto ai tecnici del Consorzio di Bonifica, che basano anche su questo fattore, i calcoli per la gestione in sicurezza del lago di Puccini. L'accensione e la gestione 'in moto' dell'impianto della Bufalina non è cosa semplice. L'impianto ha una potenza tale che tutto il sistema a valle deve essere preparato adeguatamente. Vanno quindi chiuse le numerose paratoie che si trovano lungo il canale, per evitare che l'acqua rientri nella pineta e verso l'abitato di Torre del Lago. L'acqua della frazione poi deve essere drenata da un secondo impianto, quello della Fontanella e prima di tutto è necessario aprire con un escavatore la foce della Bufalina.

"Con le forti mareggiate e le condizioni meteo instabili, accendere la Bufalina è stata una misura necessaria per garantire i livelli di sicurezza idraulica del Lago di Massaciuccoli e di tutti gli insediamenti residenziali, artigianali e industriali che vi sono attorno - Spiega il Presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi - Manterremo l'idrovora accesa fino a quando i livelli non saranno tornati alla normalità e in condizioni di sicurezza".

Per mezzo dell'idrovora della Bufalina, il Consorzio è un vero controllore del livello del lago: quest'estate per contrastare la forte siccità, protrattasi fino a pochi giorni fa, oggi per contrastare la sovrabbondanza d'acqua.

Inizieranno prima di Natale i nuovi lavori che il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, ha deciso di fare sul torrente Ricortola. L'intervento era già nell'aria, ma la decisione definitiva è stata presa dopo l'evento di piena della scorsa settimana, che ha aggravato la situazione del corso d'acqua. I lavori consistono nella rimozione di materiale depositato nell'alveo del canale, detriti, sabbie e ghiaie, nel tratto che va da Via Pietrasanta fino a Via delle Pinete. La rimozione dei detriti permette di liberare l'alveo e quindi aumentare la portata del Ricortola, che durante le piogge abbondanti, scarica in velocità grossi quantitativi d'acqua verso il mare. L'intervento quindi è rivolto a migliorare la sicurezza idraulica del canale e favorire il deflusso nel tratto oggetto dei lavori che si trova tra due ponti, costruiti a seguito dell'alluvione. In accordo con la Regione Toscana, il materiale ghiaioso rimosso dal fondo verrà utilizzato per ricaricare e rinforzare la sponda destra del Ricortola. I lavori inizieranno la prossima settimana, non appena le condizioni meteorologiche si saranno stabilizzate e il corso d'acqua tornerà a livelli normali che consentiranno di poter lavorare.

Redazione Nove da Firenze