​Meningite da pneumococco, non c'è rischio di contagio

Colpita dal germe la titolare di un negozio di Fucecchio


Non è un germe contagioso quello che ha colpito la titolare di un negozio di Fucecchio che da domenica scorsa è ricoverata per una meningite da pneumococco.
La Asl Toscana Centro e il Comune di Fucecchio tengono a precisare che la patologia che ha colpito la donna che ora sta meglio ed è in via di guarigione, non determina contagio e non richiede di fare alcuna profilassi diversamente da quanto accade, invece, con la meningite da meningococco che può dare problemi gravi. Nessun rischio di contagio quindi può derivare né da parte della donna, né da parte dei suoi conoscenti né tantomeno dalla frequenza del negozio.

Si tratta di un germe non contagioso – spiega Gabriele Mazzoni, responsabile dell’Igiene Pubblica di Empoli - che in questo periodo è ubiquitario e complica spesso sindromi influenzali con polmoniti, otiti e, appunto, meningiti. Questa patologia è in genere curabile con farmaci adatti”.

Redazione Nove da Firenze