Maltempo: allerta gialla per l’Arno, a causa della pioggia

Cresce il livello delle acque anche di Ombrone e Bisenzio. In serata tendenza a generale esaurimento dei fenomeni. Criticità per ghiaccio non rilevanti. Infiltrazioni d'acqua alla stazione di Prato


FIRENZE- Allerta gialla a causa della pioggia per il rischio idraulico dell’Arno da oggi fino a domani, 4 marzo, alle ore 10. Lo segnala il nuovo bollettino di valutazione delle criticità emesso dal Centro funzionale regionale. L’allerta gialla idraulica significa che ci potrebbero essere incrementi del livello dell’acqua ma sempre all’interno dell’alveo, criticità sui deflussi e limitati danni vicino alle sponde. Continua intanto fino alla mezzanotte di domenica 4 marzo l’allerta gialla per rischio idrogeologico idraulico sul cosiddetto 'reticolo minore' che riguarda i torrenti, soprattutto Ema, Mugnone e Terzolle. La zona interessata riguarda, oltre a Firenze, anche i Comuni di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa.

Attenzione, infine, al ghiaccio da questa sera a domenica mattina per le zone del Bisenzio-Ombrone Pistoiese, Mugello e Alto Mugello, in particolare sulle aree appenniniche. Attualmente i fiumi si trovano sotto il limite di guardia, ma la Protezione civile continua a monitorare la situazione perchè si prevede una crescita rapida, oltre al fatto che l'Arno ha già superato il primo limite di guardia in tutte le stazioni di rilevamento, per cui riceve molto meno dai suoi affluenti.

Eseguiti nel pomeriggio di oggi a Prato i primi rilievi da parte dei tecnici di Rete Ferroviaria Italianna (RFI) per verificare la causa delle forti infiltrazioni d'acqua al controsoffitto del passaggio pedonale sotto la stazione del Serraglio. L'ente, competente per la parte soprastante alla struttura e i binari, è stato allertato dall'assessorato alla Mobilità, che in via cautelativa, per evitare rischi di crolli, tramite Consiag Servizi ha provveduto a rimuovere i pannelli e a transennare l'area. Il problema è dovuto alla neve e alle piogge abbondanti delle ultime ore. Rfi provvederà a riparare l'infiltrazione, mentre il Comune ripristinerà il controsoffitto. Non vi è comunque rischio di chiusura del passaggio.

Redazione Nove da Firenze