Rubrica — Mostre

Lucca Comics and Games: ancora due mostre fino al 5 novembre

Cinema a Pennello” e “Lords for the Rings”: originali d'epoca come Via col Vento e un tributo Bud Spencer


La 50° edizione di "Lucca Comics & Games", evento che, durante le cinque giornate della manifestazione, ha registrato uno traordinario afflusso di pubblico con più di 250.000 visitatori presso i padiglioni espositivi. Sono 115.000 i viaggiatori arrivati a Lucca a bordo dei treni Regionali di Trenitalia Toscana in occasione dell’ultima edizione di LuccaComics 2016.

Se è vero che Lucca Comics & Games dell'edizione del cinquantenario è ormai finito, è ancora possibile respirare un po' del clima del festival grazie al prolungamento di alcune mostre che resteranno ancora visitabili, sempre ad ingresso gratuito, fino al 5 novembre. In particolare quelle ospitate nel palazzo delle esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca (piazza San Martino) che celebrano le diverse generazioni dei disegnatori impegnati a valorizzare il mondo del cinema di ieri e di oggi. La prima, “Cinema A Pennello”nasce dalla collaborazione di Lucca Comics & Games e il Museo del Cinema a Pennello, nella persona del suo ideatore e direttore Paolo Marinozzi, curata da Riccardo Moni. La mostra raccoglie i capolavori creati dai “pittori del cinema” artisti italiani, come Nano Campeggi, che dagli anni '40 hanno realizzato i cartelloni dei maggiori film del mondo: dall'originali del Pianeta delle Scimmie, a Ben Hur, da Poveri ma Belli, al fazzolletto di "Peppone" autografato da Guareschi. Ospite d'onore del festival proprio Silvano "nano" Campeggi uno dei più grandi artisti italiani di questo settore che realizzato manifesti per i film come Via col Vento, Casablanca e La Pantera Rosa. Per celebrare questo grande artista Lucca Comics & Games durante la manifestazione ha preso il calco delle sue mani da esporre nella futura “Via del Comics”: la walk of fame che sarà realizzata in città. L'altra esposizione getta uno sguardo al futuro con la mostra Lords for the Ring”, che reinventa l’immaginario tolkeniano in chiave originale. Paolo Barbieri, Ivan Cavini, Alberto Dal Lago, Edvige Faini, Angelo Montanini, Dany Orizioe Lucio Parrillohanno accettato la sfida di interpretare, per un progetto editoriale dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani, quattordici brani degli scritti della Terra di Mezzo, dal "Silmarillion" a "Il Signore degli Anelli". Questo calendario tolkieniano realizzato da sette dei “resident artist” di Lucca Comics & Games è il terzo progetto che nasce dall’Area Performancedi Lucca. Per questo calendario si sono aggiunti prima i "veterani" del mondo di Tolkien, ovvero Angelo Montanini e Ivan Cavini, seguiti poi dall'illustratore Alberto Dal Lago e dalla concept artist Edvige Faini.

Redazione Nove da Firenze