Libri sul banco in scuole antispreco del Chianti

Firenze: 400 educatori formati sulle manovre salvavita pediatriche dalla Croce Rossa


Niente più passaggi di carte e inutili attese per l’acquisto dei libri. Dal secondo giorno di scuola gli studenti di San Casciano sono stati dotati dei testi e del materiale didattico previsti dalla programmazione della stagione scolastica appena avviata. E questo grazie all’intervento del Comune di San Casciano che, in stretta collaborazione con l’Istituto comprensivo, ha organizzato la fornitura dei libri in maniera diretta, semplificando le procedure, con l’obiettivo di agevolare le famiglie. “Nei mesi scorsi il nostro ufficio Scuola - spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione Chiara Molducci - si è attivato per l'individuazione, attraverso forme di selezione pubblica, della cartolibreria fornitrice che poi ha preso accordi con la dirigenza scolastica per la distribuzione dei testi”. Oltre ai servizi di qualità, sono gli ambienti confortevoli, sostenibili e a misura di studente le fondamenta sulle quali costruire il futuro della scuola. La giunta Pescini punta al miglioramento degli edifici scolastici con la realizzazione di numerosi investimenti tesi all’abbattimento dei consumi energetici e alla sicurezza. Sta per concludersi l'intervento di riqualificazione della palestra della scuola primaria di Mercatale, per una spesa complessiva pari a 240mila euro. L'opera consiste nella realizzazione dei lavori di miglioramento termico e messa in sicurezza del manto di copertura dell'impianto sportivo del plesso scolastico. “Siamo intervenuti - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Ciappi - sulla struttura della palestra effettuando il rifacimento completo della copertura sulla quale sarà introdotto un nuovo sistema di illuminazione dei lucernai e provvedendo alla chiusura del vano di collegamento tra la palestra e la scuola”. Altro intervento realizzato è la manutenzione dell'impianto antincendio della mensa e della palestra della scuola primaria di San Casciano. Sta per prendere il via il rifacimento della copertura della scuola dell'infanzia di Mercatale per un importo complessivo pari a 80mila euro. Concluso anche l'intervento volto alla manutenzione straordinaria della centrale termica della scuola primaria di San Casciano. Per la scuola dell'Infanzia di Cerbaia il Comune ha messo in campo un consistente investimento. Circa 50mila euro è l'ammontare complessivo della spesa finalizzata alla sostituzione degli infissi per l'abbattimento dei consumi energetici. Nel corso dei mesi estivi tanti sono gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria realizzati dal Comune.

Un progetto iniziato nell’ottobre del 2014, nell’ambito delle attività legate alla sicurezza della vita quotidiana nelle scuole. La formazione del personale scolastico sulle manovre di disostruzione pediatriche può salvare la vita dei bambini in caso di ingestione non corretta del cibo o di corpi estranei. Un fattore fondamentale, così come sottolineato dal Sindaco Dario Nardella nella lettera ai genitori di pochi giorni fa. Il processo di formazione dei 370 educatori dei Nidi su Manovre Di Disostruzione Pediatrica, cenni di rianimazione cardiopolmonare di base e 10 regole del Sonno Sicuro ha visto impegnati circa 10 istruttori della Croce Rossa di Firenze ed ha richiesto quasi due anni. Nell’ottobre del 2014 la Croce Rossa di Firenze e il Comune avevano firmato una convenzione per la formazione di dei primi 100 professionisti delle scuole d’infanzia comunali, di cui 70 completarono il percorso formativo tra gennaio e maggio del 2015. L’anno successivo, nell’ottobre 2015, la nuova convenzione con il Comune di Firenze prevedeva la formazione di altri 300 educatori degli asili nido, formati nel periodo tra novembre 2015 e giugno 2016. Secondo i dati Istat il 27% delle morti classificate come “accidentali”, nei bambini fino a 4 anni, avviene per soffocamento causato dall’inalazione di un “corpo estraneo” e/o cibo. In Italia muore circa un bambino a settimana per questo motivo. Negli ultimi anni la comunità medica internazionale ha evidenziato l’importanza della diffusione della conoscenza delle manovre salvavita con lo scopo di evitare che alcune situazioni diventino irreversibili. Chi assiste ai primi momenti dell’evento deve essere adeguatamente formato ad intervenire o a richiedere soccorsi qualificati. E’ importante, per evitare tali incidenti, conoscere non solo le manovre salvavita, con le tecniche di disostruzione e di rianimazione cardiopolmonare di base, ma anche prevenire che ciò possa accadere. Sempre più spesso accade che i più piccoli siano vittime dell’ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo, come cibo, palline di gomma giochi, caramelle. Un evento che se, non prontamente trattato, in pochi minuti potrebbe evolvere in arresto respiratorio al quale segue l’arresto cardiaco. La Croce Rossa Italiana si impegna quotidianamente per diffondere la cultura del “primo soccorso sui bambini” nella popolazione, soprattutto in ambienti quotidianamente frequentati dai più piccoli, quali le scuole, le mense, i centri sportivi eccetera, e tra nonni, genitori e baby sitter perché piccole azioni, eseguite consapevolmente, possono salvare una vita.

Redazione Nove da Firenze