Rubrica — Spettacolo

Le Notti Bianche - Viaggio sonoro nel capolavoro di Dostoevskij

Arrivano a Firenze, nella straordinaria cornice cornice di Etra Studio Tommasi, “Le notti bianche” di Dostoevskij, viaggio sonoro in uno tra i più delicati e poetici del grande autore russo. Dal 4 al 7 luglio alle ore 21.


Metti una sera d’estate a Firenze. Metti una notte bianca come quelle di San Pietroburgo. E poi moltiplica tutto per quattro. Quattro serate che Il Lavoratorio dedica alla riscoperta del capolavoro di Dostoevskij “Le notti bianche”. Con gli attori Tamara Balducci e Michele Di Giacomo e il sound designer Marco Mantovani. Una produzione della compagnia teatrale riminese Le città visibili.

Fedeli allo svolgimento del romanzo, anche nel lavoro di Tamara Balducci e Michele Di Giacomo, che sono per l'occasione accompagnati dal sound designer Marco Mantovani autore della colonna sonora originale che accompagnerà la performance dei due attori e interloquirà con loro, Il sognatore e Nasten'ka si incontrano per quattro sere consecutive, nel momento della notte che a Firenze più ricorda l'imbrunire tiepido delle notti estive di San Pietroburgo, quando il sole scende al di sotto dell'orizzonte per non più di 9° non facendo mai mancare la sua luce crepuscolare

Ad arricchire ancora di più la scena sarà l'ambiente in cui si realizzeranno gli incontri, uno dei più bei giardini "nascosti" di Firenze, luogo di grande prestigio e atmosfera in Via della Pergola 57. Qui, al fresco delle foglie di acanto, tra calchi di opere antiche e statue in bronzo, il pubblico potrà godere di una performance acustica di rara intensità, immerso in un’atmosfera di assoluta poesia.

Non sarà necessario aver seguito le serate dall’inizio per partecipare agli eventi successivi, perché ogni serata avrà un proprio senso compiuto e verrà comunque introdotta dal riassunto delle puntate precedenti.

Posti limitati, è gradita la prenotazione. 

Per informazioni: http://www.illavoratorio.it/

Prenotazioni: info@illavoratorio.it

Elena Elia

Redazione Nove da Firenze