Lastra a Signa: € 120.000 per il progetto della rampa di accesso al ponte sull'Arno

Accordo Regione-Campi per prolungare la circonvallazione sud


FIRENZE- La rampa di accesso al ponte sull'Arno e alla rotatoria di Ponte a Signa, nel comune di Lastra a Signa, e parte dell'intervento per la realizzazione della Cassa di espansione ‘VC5' dell'Arno saranno progettate grazie un finanziamento regionale di 120.000 euro. Questo, in estrema sintesi, il contenuto dell'accordo sottoscritto questa mattina dall'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli e dal sindaco di Lastra a Signa Angela Bagni. L'accordo prevede la progettazione definitiva ed esecutiva dell'intervento, che coinvolge tratti di viabilità comunale che svolgono funzioni di integrazione alla viabilità regionale. Il Comune di Lastra a Signa svolgerà il ruolo di soggetto attuatore, mentre la Regione Toscana finanzierà la progettazione con una quota massima di 120.000, tratta dal bilancio 2017. Di queste risorse circa 76.400 euro saranno destinate alla progettazione vera e propria, mentre € 43.600 serviranno per le spese tecniche e le indagini correlate alla progettazione ed agli aspetti urbanistici.

"Contribuiamo alla realizzazione di un'opera che avrà una doppia funzione: rendere più fluida e scorrevole la viabilità e al tempo stesso rendere più sicuro il fiume, grazie alla cassa di espansione - ha spiegato l'assessore Ceccarelli - Con il contributo regionale potrà essere ultimato tutto l'iter progettuale e potremo finalmente avviarci alla realizzazione dell'intervento. Il potenziamento della viabilità locale è quanto mai importante per la sicurezza e la fluidità del traffico, ancora di più in casi come questo, dove un'opera su viabilità comunale in realtà ha valore di carattere regionale, sia per il miglioramento della sicurezza idrogeologica, sia per la funziona di collegamento stradale tra le due Signe".

Nell’esprimere soddisfazione per la firma del documento, il sindaco di Lastra a Signa Angela Bagni, insieme al responsabile dell’Ufficio lavori pubblici e manutenzione Luca Betti, ha sottolineato “la volontà di questa amministrazione di trovare soluzioni concrete ai problemi di viabilità. Con la progettazione di questo primo intervento, in uno dei nodi cruciali della rete stradale, si rinnova l’impegno a migliorare la qualità della vita e della mobilità nel nostro territorio.”

 Il prolungamento della circonvallazione sud di Campi Bisenzio, da via Barberinese alla nuova rotatoria di Capalle, si farà. Regione e Comune hanno siglato questa mattina un accordo per il finanziamento e la realizzazione della progettazione definitiva ed esecutiva dell'intervento. La Regione si accollerà gli oneri, destinando 120.000 euro tratti dal bilancio 2017 al Comune per portare a termine l'iter progettuale, mentre l'amministrazione comunale farà da stazione appaltante e soggetto attuatore.

"La Regione Toscana - ha spiegato l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli - sta facendo la sua parte per contribuire ulteriormente al miglioramento della sicurezza e della funzionalità della viabilità della Piana, ed in particolare di quel sistema viario locale che può servire a rendere più fluidi i collegamenti tra le due Signe e Campi anche in assenza di grandi e nuove opere infrastrutturali. La Regione ha già investito oltre 5.434.000 euro in opere viarie nel Comune di Campi Bisenzio, con questo nuovo contributo contiamo di valorizzare ulteriormente il nostro investimento, e completare un sistema viario utile sia per l'economia locale che per migliorare la qualità della vita dei cittadini".

I finanziamenti assegnati dalla Regione per la progettazione saranno così utilizzati:

- € 5.000 serviranno per i rilievi;
- quasi € 14.000 per la relazione geologica;
- quasi € 50.000 per l'effettiva progettazione definitiva ed esecutiva;
- quasi € 20.000 per le relazioni paesaggistiche ed ambientali necessarie per la VIA;
- oltre € 7.000 per il Piano parcellare e per la predisposizione alle attività di esproprio;
- quasi € 25.000 per la validazione e verifica del progetto esecutivo.

Sulla base del cronoprogramma sottoscritto da entrambi gli enti, la gara per l'aggiudicazione della progettazione dovrà essere conclusa entro il 2 maggio 2017 e tutti i progetti, le relazioni ed i Piani dovranno essere pronti entro la fine del mese di marzo 2018.

Redazione Nove da Firenze