Rubrica — Editoria Toscana

La villa di Galileo in Arcetri

Venerdì 20 ottobre al Gioiello presentazione del volume sull’ultima dimora dello scienziato


Una pubblicazione in italiano e in inglese sulla villa di Galileo in Arcetri, dove il celebre scienziato trascorse l’ultima parte della sua vita, assistito dagli allievi, fino alla sua morte nel 1642. Sarà presentata venerdì 20 ottobre direttamente nella villa, denominata “il Gioiello” per la sua felice posizione sui colli fiorentini (ore 16 - via del Pian de’Giullari, 42 Firenze).

Il volume “La villa di Galileo in Arcetri” (Firenze University Press) – scritto da Francesco Palla, già direttore dell’Osservatorio astrofisico e recentemente scomparso, da Alberto Righini, già docente Unifi di Astronomia e astrofisica, e dall’architetto Antonio Godoli, che progettò e diresse il restauro della villa e corredato dalle foto di Giovanni Martellucci – descrive la dimora cinquecentesca, che fu luogo di reclusione per lo scienziato dopo la condanna del Sant’Uffizio, ma anche ambiente di studio e riposo. Il Gioiello è oggi monumento nazionale e sede di studi e seminari organizzati dalle istituzioni scientifiche che fanno parte del Comitato “Il Colle di Galileo” (Dipartimento di Fisica e Astronomia - UNIFI; Istituto Nazionale di Ottica – CNR; Osservatorio Astronomico di Arcetri – INAF; Galileo Galilei Institute – INFN).

Dopo l’introduzione del presidente del Museo di Storia Naturale Guido Chelazzi e del coordinatore de “Il Colle di Galileo” Giacomo Poggi, il libro sarà illustrato da Paolo Galluzzi (direttore del Museo Galileo), Filippo Mannucci (direttore dell'Osservatorio di Arcetri) e Federico Tognoni (storico dell'arte).

La presentazione - per cui è necessaria la prenotazione - sarà preceduta alle ore 15 e seguita alle ore 17 da visite guidate nella villa; altre visite sono in programma domenica 5 novembre alle ore 15 e alle ore 16.

Redazione Nove da Firenze