La sinistra scompare dal Consiglio regionale toscano

L'amarezza di Antonella Bundu: "Speriamo sia l'ultima volta che si usa il ricatto del 'voto utile' "


"Giani stravince, il consiglio regionale sarà composto dal centrosinistra, con la sola destra all’apposizione.
Siamo in pieno maggioritario, con due soli soggetti politici e la sinistra che è scomparsa" .

Questo il commento, su Facebook, di Antonella Bundu (consigliera comunale di Sinistra Progetto Comune) al voto regionale. 
"Il voto utile - continua - era stato chiesto anche per le amministrative, salvo poi rispondere con arroganza a ogni interrogazione in aula, che la maggioranza aveva stravinto e dunque significava che gli elettori avevano premiato il lavoro svolto. 
La sinistra a Firenze tiene e con Dmitrij Palagi e i consiglieri di quartiere Filippo Zolesi, Francesco Gengaroli, Francesco Torrigiani, Giorgio Ridolfi, Vincenzo Pizzolo, Lorenzo Palandri, e Luigi Casamento, continueremo a portare avanti le istanze che riguardano la tutela dell’ambiente, dei diritti sociali e civili.
Sperando che sia l’ultima volta che si usa il ricatto del “voto utile” e come si dice in Krio: nah foh foddom en grap Grazie a Tommaso Fattori, Paolo Sarti e Serena Spinelli per il lavoro svolto negli ultimi 5 anni.
Ci vediamo domani su Rai3 per un’analisi del voto un po’ meno a caldo.
Buonanotte ✊🏾", conclude Bundu. 

Redazione Nove da Firenze