La Riottosa: scarcerati cinque anarchici arrestati

Solidarietà dal CPA Firenze Sud


Mercoledì mattina Firenze si è svegliata con due elicotteri in cielo e decine e decine di poliziotti per le strade del Galluzzo. Agosto si è aperto infatti con una maxi operazione contro gli anarchici, che ha portato agli arresti di 8 persone e allo sgombero dello spazio occupato La Riottosa da parte di 200 poliziotti, agli ordini del Procuratore Giuseppe Creazzo.

Stamani però all'udienza davanti al tribunale di Firenze è stato convalidato solo un fermo. Il gip Fabio Frangini non ha convalida il fermo di cinque dei otto anarchici sospettati di aver piazzato una bomba a capodanno davanti al centro culturale della destra fiorentina.

"Solidarizzare oggi con questi compagni significa comprendere e contrastare un dispositivo repressivo, politico e culturale -intervengono con un comunicato dal CPA Firenze Sud- Per tutti coloro che si dichiarano antifascisti questi sono i momenti in cui capire da che parte stare. Troppo facile, perché rassicurante, sarebbe voltarsi dall'altra e far finta di niente come se la cosa riguardasse solo i diretti interessati. Questi fatti riguardano tutti. Non si tratta di condividere o meno un metodo di lotta: abbiamo più volte detto che per noi la solidarietà va oltre la complicità. Si tratta di comprendere quanto gli spazi di agibilità e lotta vengano chiusi da una parte mentre a destra lo Stato lascia una prateria alla propaganda e alla pratica fascista".

Redazione Nove da Firenze