Rubrica — Spettacolo

La prima de "La Bastarda di Istanbul"

IN ESCLUSIVA Nove da Firenze alla prima presso il Teatro di Rifredi per lo spettacolo più atteso della stagione.


Tratto dall'omonimo romanzo di Elif Shafak (in vendita nel foyer del Teatro di Rifredi al desk dalla Libreria Florida) ridotto magistralmente dal regista Angelo Savelli ed interpretato dalla superba Serra Yilmaz è al suo terzo anno con risultati sorprendenti, registra ad ogni data una sala gremita pronta a farsi affascinare da una storia che ha il sapore di altri tempi.

Uscito nel 2015 per la ricorrenza dei 100 anni del genocidio armeno, tema scottante ancora coperto da troppo silenzio, racconta la storia e le vicissitudini di un' intricata saga familiare multietnica, popolata da meravigliosi personaggi femminili. Nonne, madri, zie, sorelle e amiche interpretate da Valentina Chico, Monica Bauco, Marcella Ermini, Fiorella Sciarretta, Diletta Oculisti ed Elisa Vitiello insieme all'unica figura maschile dello spettacolo Riccardo Naldini (nel ruolo del fratello/patrigno Mustafa) hanno reso lo spettacolo drammatico e divertente allo stesso tempo , con punto di forza il cibo, nella sua cultura e ritualità! Ne La Bastarda di Istanbul cibi tipici turchi come il melograno e l'Ashure diventano simbolici.

Le sorprese, le coincidenze e le scoperte shock nel finale mantengono sempre viva l'attenzione durante tutta la durata dello spettacolo.

Una nota di merito a Giuseppe Ragazzini per le videoscene, vere e proprie finestre che si aprono durante tutto lo spettacolo animando Istanbul e partecipando attivamente allo svolgersi delle vicende.

La Bastarda di Istanbul è uno spettacolo imperdibile, lo dimostrano i risultati di sala, per tanto vi consigliamo di affrettarvi a prendere i biglietti rimasti.

Spettacolo — rubrica a cura di Alessandro Rella

Alessandro Rella

Alessandro Rella — Fiorentino. Coltiva fin da ragazzo un autentico interesse per la fotografia. Ad oggi, per lavoro, fotografa pietre, perle e gioielli. Per Nove da Firenze segue gli spettacoli che animano il territorio

E-mail: spettacolo@nove.firenze.it