La Polizia municipale recupera uno scooter rubato e lo restituisce al proprietario

Verifica della documentazione per ciclomotori e motocicli acquistati in un punto vendita di Grassina


Due agenti della Polizia municipale hanno recuperato uno scooter Honda rubato e lo hanno restituito al legittimo proprietario. Ieri l’altro due vigili, assunti a tempo determinato, erano a bordo di un’auto di servizio condotta da un agente di ruolo quando hanno notato uno scooter fermo a un semaforo in via Barsanti. Ai vigili ha dato nell’occhio l’atteggiamento nervoso del conducente del mezzo a due ruote, che all’arrivo del verde ha accelerato bruscamente, cercando di allontanarsi dall’auto dei vigili. Dopo un breve inseguimento, lo scooter è riuscito a distanziare l’auto degli agenti che, però, lo hanno quasi raggiunto in via Gordigiani, dove il conducente dello scooter ha abbandonato il mezzo e si è dato alla fuga nel cortile di un palazzo riuscendo a dileguarsi. Recuperato lo scooter gli agenti della Polizia municipale hanno rintracciato il proprietario e gli hanno restituito il mezzo.

Le Forze dell'ordine presenti sul territorio del Comune di Bagno a Ripoli invitano chiunque negli ultimi tempi avesse acquistato un ciclomotore o motociclo, sia nuovo od usato, da o tramite un noto punto vendita presente in località Grassina, attualmente soggetto ad indagine e sottoposto a sequestro penale, a verificare con attenzione la documentazione in possesso relativa a tali veicoli. È necessario prestare particolare attenzione alla corrispondenza dei dati, quali numero di targa e telaio, riportati sugli stessi con quelli presenti sul mezzo acquistato. Qualora si nutrano dubbi su tale documentazione occorre interromperne immediatamente la circolazione, mettendosi al contempo in contatto con la Stazione dei Carabinieri di Grassina (055 640020) o con il Comando della Polizia Municipale (055 631111) per le opportune verifiche.

Redazione Nove da Firenze