La morte del politologo Giovanni Sartori

Il cordoglio della politica. Lezione sui “Sistemi elettorali a confronto” il 9 aprile in Aula magna


Firenze– E' di oggi pomeriggio la notizia della morte del politologo ed intellettuale fiorentino Giovanni Sartori, editorialista del Corriere della sera e preside della facoltà di Scienze politiche Cesare Alfieri dell’Università di Firenze dal 1969 al 1971.

“Ci ha lasciato un grande fiorentino, un maestro, un fine intellettuale che ha insegnato tanto a chi come me ha iniziato a far politica da giovane. Con i suoi libri tradotti in tutto il mondo ci ha dato la possibilità di formarci in maniera approfondita su temi come regimi democratici e sistemi di partito, ponendosi come un punto di riferimento”. Lo afferma il sindaco Dario Nardella “Di Sartori ci mancherà l’arguzia e la capacità di leggere la politica e la società - ha continuato -. Ha portato prestigio e lustro alla facoltà Cesare Alfieri, formando generazioni di ricercatori e docenti di materie nel campo delle scienze politiche e ha dato un prezioso contributo al dibattito politico e democratico nazionale e internazionale”. “Alla famiglia - ha concluso il sindaco - vadano le condoglianze mie personali e della città”.

"La scomparsa di Giovanni Sartori è un dolore per tutti noi", ha detto il presidente della Toscana Enrico Rossi esprimendo il proprio cordoglio per la morte del politologo. "Giovanni Sartori - ha aggiunto - dato un grande contributo al Paese, al dibattito politico, democratico e elettorale". A questo proposito, rispondendo alla domanda di un giornalista sulla selezione della classe politica, Rossi ha detto "Chissà cosa avrebbe detto Sartori sui capilista bloccati e sulle tentazioni della democrazia diretta".

“Profondo cordoglio” per la morte di Giovanni Sartori, “grande fiorentino che si è affermato come studioso di livello internazionale, senza mai tagliare il legame con la Toscana”. CosìEugenio Giani, presidente del Consiglio regionale, appresa la notizia della scomparsa del politologo. “A nome di tutta l’Assemblea toscana – aggiunge Giani –, rivolgo le condoglianze alla famiglia”.

Proporzionale, maggioritario uninominale o plurinominale, con preferenze o liste bloccate, con o senza sbarramento.“Sistemi elettorali a confronto: l’Italia alla ricerca della quadratura del cerchio”. E’ il titolo dell’incontro che si svolgerà domenica 9 aprile nell’Aula Magna dell’Ateneo (ore 10,30 – Piazza S. Marco, 4). Interverranno Alessandro Chiaramonte, docente di Scienza politica, e Giovanni Tarli Barbieri, docente di Diritto costituzionale. L’appuntamento apre il nuovo ciclo di “Incontri con la città. Leggere il presente per comprendere il futuro”, lezioni domenicali rivolte ai fiorentini, svolte da docenti e ricercatori dell’Ateneo su argomenti di attualità, che si riferiscono alle loro competenze disciplinari. Il ciclo prevede che i relatori di ogni incontro siano affiancati da un ricercatore che dialoga con il pubblico e favorisce le domande.

Incontri con la città | Sistemi elettorali a confronto (PROMO)

Redazione Nove da Firenze