Rubrica — Fiorentina

La Fiorentina travolge il Qarabag

Le foto sono tratte dal sito http://www.acffiorentina.it/

Dopo un avvio incerto, i Viola fanno cinque goal agli Azeri. Ottima gara della coppia d'attacco Kalinic- Babacar. Zarate segna una doppietta e dedica la prima rete alla moglie


Il risultato di cinque a uno che permette ai Viola di conquistare i primi tre punti in Europa League non è il frutto di una partita tutta in discesa. Se il pronostico era, infatti, tutto per la Fiorentina, i primi venti minuti hanno fatto temere ai non molti spettatori del Franchi il palpabile rischio di una figuraccia. Sousa sorprende schierando, finalmente, la squadra con le due punte Babacar e Kalinic, supportati da Bernardeschi. A centrocampo Cristoforo, Olivera, Sanchez e Tello. L'avvio di gara è dei Viola che non sono precisi e rischiano sulle ripartenze. I Viola faticano a far gioco a centrocampo, difettano nel palleggio e nella costruzione. Gli Azeri riescono ad arrivare con facilità al tiro, ma per fortuna sprecano. Al diciottesimo Amirgulyev colpisce la traversa. Tatarusanu è chiamato a fare tre parate nei primi venti minuti della gara, mentre la Fiorentina non riesce mai a impegnare il portiere azero. Il Qarabag appare squadra modesta, ma molto determinata e più dinamica di una Fiorentina che tarda a entrare in partita. Finalmente al ventunesimo la squadra pare uscire dal torpore e arrivare vicino al goal con Kalinic che aggancia in area, ma non riesce a colpire bene. Al ventiquattresimo, dopo un'azione sulla sinistra Kalinic -Olivera, arriva un cross per Babacar che, in ritardo, sfiora solo la palla. Al trentesimo arriva la svolta della partita. Dopo una buona ripartenza viola, Babacar è steso, la palla arriva a Kalinic che andrebbe in porta se non fosse fermato da un fallo di mano di Yunuszada, che è espulso e lascia la sua squadra in dieci. In superiorità numerica i Viola dilagano e in otto minuti segnano tre reti. Al trentottesimo arriva il primo goal dopo un gran tiro di Kalinic su punizione, respinto ma ribadito in rete da Babacar. Cinque minuti dopo arriva il raddoppio viola al termine di una bell’azione corale che vede protagonisti Bernardeschi e Tello e si conclude con un taglio di Cristoforo che, di tacco, serve Kalinic che mette in rete. In pieno recupero è ancora protagonista Kalinic che serve un ottimo assist per Babacar che segna ancora.

Nel secondo tempo Sousa toglie Sanchez e inserisce Vecino. Il Qarabag non appare domo, nonostante i tre goal e impegna in un paio d'occasioni Tatarusanu con Reynaldo.

I Viola hanno ancora una buona occasione con Kalinic che, ben servito da Cristoforo, si fa respingere il tiro da Sehic. Poi al quattordicesimo c'è un errore di Vecino che, su respinta di Sehic, manda la palla sopra la traversa. La Fiorentina continua a premere e trova il quarto goal al diciassettesimo con un gran tiro da fuori di Zarate. L’argentino festeggia con una maglia dedicata alla moglie (operata per un tumore al seno) e riceve l'applauso affettuoso di tutto lo stadio.

La partita è praticamente chiusa. I Viola cercano ancora il goal, che trovano al trentaduesimo con una bella punizione di Zarate. Poi nel recupero arriva anche “ il goal della bandiera “del Qarabag con Ndlovu. La Fiorentina compie un passo importante in Europa League e ricava dalla gara uno stimolo importante per affrontare domenica la difficile trasferta di Torino.

Così Sousa ai microfoni di Sky dopo la partita: "Non sono molto soddisfatto, l'approccio alla partita non è stato buono. Non dobbiamo sottovalutare l'avversario, che ci ha creato comunque delle difficoltà. Poi l'episodio questa volta è stato a nostro favore e da lì abbiamo dominato la partita. Abbiamo lavorato molto sugli aspetti individuali nel precampionato, anche perché aspettavo la fine del mercato per lavorare sui principi generali. Abbiamo una buona qualità di lavoro, quando portiamo le idee in campo, siamo premiati come oggi. Zarate? Le storie comportano sempre emozioni, la vita ne è piena. Lui ha avuto la possibilità di trasmettere tutto il suo amore per la famiglia. Sono contento per sua moglie e per lui".

Fiorentina: Tatarusanu; Tomovic, De Maio, Salcedo; Tello, Sanchez (1' pt Vecino), Cristoforo, Maxi Olivera; Bernardeschi (24' st Chiesa); Babacar, Kalinic (24' st Zarate); Allenatore: Sousa

Qarabag: Sehic, Medvedev, Michel, Reynaldo (38' st Ndlovu), Sadygov, Amirguliyev, Almeida, Ismayilov (24' st Muarem), Agolli, Yunuszada, Quintana (1' st Huseynov). Allenatore: Gurbanov

Arbitro: Drachta (Austria)

Reti: 38' pt Babacar; 42' pt Kalinic; 46' pt Babacar; 17' st Zarate; 32' st Zarate; 46' st Ndlovu

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: fiorentina@nove.firenze.it