Rubrica — Fiorentina

La Fiorentina batte la Roma con un goal di Badelj

Personalità e grinta per una vittoria importante. Bene Tatarusanu. Ottimo Sanchez. In ombra Tello e Ilicic


Una Fiorentina grintosa e fortunata vince contro un avversario forte come la Roma. I pronostici davano favoriti i giallorossi, ma i Viola, grazie a un bel goal di Badelj nella ripresa, hanno conquistato tre punti importantissimi che possono dare maggiore entusiasmo alla squadra e alla tifoseria. La scelta di Sousa di schierare Kalinic unica punta con Ilicic e Borja Valero a supporto, non pareva del tutto convincente. Sembrava difficile con questa formula riuscire a penetrare la difesa romanista. Il risultato finale dà ragione al tecnico portoghese, che a una parte della critica appare, talvolta, troppo ostinato in uno schema che non prende quasi mai in considerazione la possibilità di giocare con due punte. La Fiorentina ha sofferto per quasi tutto il primo tempo l'aggressività romanista. Al quattordicesimo occasione per la Roma con Dzeko che anticipa tutti e di testa manda fuori. Tre minuti dopo è ancora lo sloveno a rendersi pericoloso, su una corta respinta della difesa viola, con un tiro al volo che Tatarusanu è bravo a parare. La Fiorentina ha difficoltà a uscire dalla propria metà campo, la Roma conquista gli spazi e in sostanza fa la partita.

I Viola subiscono e hanno difficoltà nelle ripartenze. Poi al venticinquesimo un contropiede di Ilicic taglia la difesa romanista, ma al momento decisivo lo sloveno non riesce a concludere. La Fiorentina soffre la fisicità della Roma, ma riesce, dopo aver rischiato un rigore per un contatto in area tra Tomovic e Dzeko, a essere pericolosa al trentatreesimo con un'azione Tello- Borja, conclusa da un tiro di Ilicic che va fuori.

Più Roma che Fiorentina nel primo tempo, mentre la ripresa è più equilibrata, con un ritmo più elevato e improvvise accelerazioni da ambo le parti. Al nono Borja Valero serve Ilicic in area, ma un difensore gli devia la palla in angolo. Al diciassettesimo un errore di Tomovic permette a Perotti di tirare in porta, ma la palla è parata con un ottimo intervento da Tatarusanu.

Al ventunesimo grande occasione per i Viola con Kalinic che, su calcio d'angolo, solo davanti al portiere colpisce di testa ma il tiro è troppo centrale ed è agevolmente bloccato da Szczensny.

La partita è più vivace. Le squadre sono allungate, si alternano occasioni viola e giallorosse. Si ha l'impressione che la gara sempre in parità possa cambiare da un momento all'altro. Al 34' arriva una grande occasione per la Roma con un gran tiro di Nainggolan che colpisce palo. Poi, quattro minuti dopo, la Fiorentina segna con un gran tiro dalla distanza di Badelj, con il pallone che colpisce il palo interno e finisce in rete. Il goal appare viziato da un fuorigioco di Kalinic, che l'arbitro Rizzoli ritiene inattivo e ininfluente. Negli ultimi minuti c'è l'assalto finale della Roma, con mischie in area viola e un’ottima parata di Tatarusanu che impedisce alla Roma di raggiungere il pareggio. Una Fiorentina grintosa e anche fortunata conquista tre punti importanti ed evidenzia qualche progresso in un gioco che può e deve ancora migliorare.

Così Paulo Sousa in conferenza stampa dopo la vittoria sulla Roma: "Vittorie come questa, contro squadre contro la Roma, ti danno qualcosa in più, ti danno ambizione e coraggio, è la strada giusta per noi della Fiorentina. Sanchez? È un giocatore molto diverso da quelli che avevo, questo è un campionato molto fisico. Lui non solo nei duelli, ma ha capacità di percorrere campo tra le linee, e poi di testa ci aiuta tantissimo. Per questo si è integrato molto bene dall'inizio, ha buona continuità tecnica. Oggi abbiamo integrato anche Cristoforo, in una gara nella quale avevamo bisogno d’intensità. Si è integrato molto bene. Vittoria della svolta? Questa squadra sta crescendo, sappiamo che non siamo imbattibili. Abbiamo buona qualità tecnica, stiamo lavorando con alcune varianti anche a livello difensivo. Abbiamo iniziato un percorso, spero di continuare perché solo così riusciremo a migliorarci. E continuare con lo spirito delle ultime due partite, con la voglia di aiutarci l'uno con l'altro. Gioia del gruppo dopo il gol? È lo spirito giusto, il modo giusto di affrontare un campionato difficile. Sapendo che abbiamo dei limiti, ma cerchiamo di superarci. Dobbiamo essere ambiziosi, coraggiosi e dare il massimo per la nostra squadra e la nostra città. La squadra deve essere audace, deve avere fame di vincere".

Fiorentina-Roma 1-0

FIORENTINA (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, Gonzalo, Astori; Tello (18' st Bernardeschi), Sanchez, Badelj, Milic; Ilicic (31' st Babacar), Borja Valero; Kalinic. All. Sousa

ROMA (4-3-1-2): Szczensny, Florenzi, Manolas, Fazio, Peres, Naningollan, De Rossi, Strootman, Perotti (32' st Totti), Salah (22' st El Shaarawy), Dzeko. All. Spalletti

Arbitro: Rizzoli di Bologna

Marcatori: 38' st Badelj

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: fiorentina@nove.firenze.it