La ex ludoteca di Via della Chiesa non diventa di proprietà comunale

Grassi, Amato, Verdi, Trombi: “Ennesimo spot elettorale sull'area Nidiaci in prossimità del voto. I residenti dell'Oltrarno leggono sui giornali del "bel risultato" e si sentiranno di nuovo presi in giro dall'amministrazione”


Nei giorni scorsi il Comune ha diffuso la notizia che l’immobile del Nidiaci in via della Chiesa diventa di proprietà comunale: "La Giunta di Palazzo Vecchio, su proposta dell’assessore all’Urbanistica, ha accettato la cessione gratuita da parte della società proprietaria, della porzione di terreno" si legge in un comunicato stampa.

Tuttavia il Direttivo dell'Associazione Amici del Nidiaci precisa che dall’incontro in Palazzo Vecchio con l'Assessore Bettarini e il Dirigente Palladino emerge invece che la giunta comunale intende realizzare un accordo che risale al mese di dicembre 2014, accettando la cessione solo del pezzo di giardino dell'area del tasso, in attesa che i proprietari firmino anche loro la cessione, promessa per ora verbalmente: "Volevamo parlarne pubblicamente soltanto quando l’atto di giunta sarebbe diventato pubblico, in modo che tutti potessero leggere direttamente il testo e non solo il riassunto" spiegano dall'Associazione Amici del Nidiaci. Ma non è ancora definita la restituzione dell'area.

"Nel comunicato del Comune e sulla stampa si legge di quello che per l'assessore Bettarini è un bel risultato, si parla di pace fatta, di rischio scongiurato del parcheggio nel giardino, ma è tutto fumo negli occhi per le elezioni di questo fine settimana. Infatti il parcheggio in questione probabilmente verrà realizzato nella parte restante che rimane di proprietà privata. Dal comunicato apparso ieri in rete civica si legge: Un ''immobile di Via della Chiesa diventa proprietà comunale'', ma si tratta solo di una piccola porzione di giardino. Infatti stamani sulla stampa si riporta la notizia in modo diverso, citando un post su facebook dell’assessore che si sarà reso conto che col comunicato stampa era stata sparata troppo grossa e ha ridimensionato il tiro. Poco cambia nel giudizio negativo su una amministrazione che annuncia come un "grande risultato" a pochi giorni dalle elezioni, quello che dal 2014 è sempre la solita minestra riscaldata: sarà infatti solo il passaggio in Consiglio comunale dell’atto e la firma successiva a renderlo efficace." "L'assessore Bettarini, inebriato dai fumi elettorali, fa riferimento nel comunicato stampa anche ad una "ristrutturazione dei locali che ospitano la ludoteca'', ma la Ludoteca Nidiaci è dall'ottobre 2012 ubicata in un immobile, in locali già ristrutturati, in via Via Maffia: probabilmente, in un perfetto gioco delle tre carte, fa riferimento agli impegni di accordi pregressi, per cui l'Amministrazione Comunale del già citato accordo e mentre svincolava l'area Nidiaci comprendente i locali della Ludoteca in Palazzo santerelli di via della Chiesa, accontentandosi di un Atto unilaterale, che ha previsto oltre alla cessione di una piccola porzione del giardino, anche una fideiussione di una cifra pecuniaria depositata a garanzia della ristrutturazione, direttamente da parte della società di S. Leggero, di un immobile di 200 mq.da utilizzare come ludoteca nell'area di proprietà pubblica.” “Un accordo che ha avvantaggiato solo il privato, che ha fortemente ridotto lo spazio da destinare ad uso pubblico all'interno dell'area Nidiaci e che ha confermato l'attitudine di quest'amministrazione di fare annunci in campagna elettorale da smentire subito dopo come quello del maggio 2014 , in cui il Sindaco Nardella si era impegnato a procedere all'esproprio della parte privata per garantirne la funzione pubblica e che nell'aprile del 2015 ha smentito con il nuovo Regolamento urbanistico che, ha invece rimosso ogni vincolo destinando la parte di area in questione alla proprietà privata.”

Redazione Nove da Firenze