Keesy point: nuovo servizio di pagamento della tassa di soggiorno

Una startup gestirà il check-in e il check-out per chi fa home sharing a Firenze


Keesy, il primo servizio di check-in e check-out completamente automatizzato per chi fa home sharing. Imprevisti o ritardi nell’accoglienza turistica non sono più un problema. I Keesy Point, localizzati in punti strategici di arrivo come stazioni e aeroporti, sono aperti 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, per garantire la massima libertà di Host e Guest. Il servizio non si occupa solo del passaggio delle chiavi, ma gestisce in sicurezza anche tutti gli adempimenti burocratici più “noiosi” e impegnativi: dalla raccolta dei documenti degli ospiti con il rilascio della relativa ricevuta alla riscossione della tassa di soggiorno, rendendo, tramite Keesy app, il tutto automatico e gestibile anche a distanza, direttamente da cellulare, tablet o PC.

Il primo Keesy Point è stato realizzato a Firenze, seguiranno Roma, Milano e Venezia. Keesy, start up al 100% made in Italy, nasce quindi da un’esigenza specifica: rispondere alle problematiche oggettive di chi fa home sharing, per garantire la massima flessibilità dell’Host, il proprietario che affitta, e del Guest, l’ospite che andrà a soggiornare, libero così di arrivare in qualsiasi orario senza il timore di non trovare nessuno ad accoglierlo in appartamento, bed& breakfast o affittacamere. Da un’indagine effettuata da Keesy, svolta da GFK Eurisko nel mese di marzo, per il 38% degli italiani avere infatti degli orari definiti per fare il check-in rappresenta una difficoltà oggettiva e si preferirebbe avere la possibilità di fare check-in fuori dalla fascia oraria predefinita.

“Siamo molto orgogliosi che sia Firenze la prima città al mondo ad ospitare il primo Keesy Point, che permette il pagamento automatico della tassa di soggiorno”. Anna Paola Concia, assessora al turismo, fiere e congressi, marketing territoriale e attrazione di investimenti, ha partecipato questa mattina all’inaugurazione di Keesy, la startup che gestisce il check-in e il check-out per chi fa home sharing, che ha aperto oggi con il primo keesy point in via Santa Caterina da Siena 1/F, alla stazione di Santa Maria Novella. “In questi anni in cui è cresciuto tantissimo il mondo degli Airbnb e della home sharing – ha aggiunto l’assessora Concia – avere un servizio come questo è molto importante perché, oltre a rispondere a numerose esigenze sia del proprietario che affitta sia dell’ospite che deve soggiornare, inserisce questo mondo all’interno delle regole. Fra le tante opportunità che offre Keesy infatti c’è anche la registrazione automatica degli ospiti con l’invio diretto alla questura dei documenti e il pagamento automatico della tassa di soggiorno al Comune. E’ un servizio al quale gli uffici di Palazzo Vecchio hanno collaborato – ha concluso l’assessora - e continueremo a farlo per aumentare ancora di più l’offerta, come ad esempio con l’aggiunta di eventi, musei e percorsi. E’ anche in questo modo che contiamo di favorire e incrementare il turismo di qualità. Sono molto contenta che Firenze, prima città al mondo, ospiti Keesy e siamo orgogliosi del fatto che si cominci da qui a essere trasparenti e a stare nelle regole”.

Redazione Nove da Firenze