Isolotto, cantieri estivi: chiusi sottopasso Talenti e passerella Cascine

​Inizierà il 19 giugno il consolidamento del muro del sottopasso Talenti, mentre riaprirà il 5 ottobre la passerella alle Cascine


 Due interventi importanti nell'estate 2017 che seguono altri cantieri già aperti e chiusi per garantire in passato la "messa in sicurezza" degli stessi luoghi.
La chiusura della direttrice in uscita città verso la Fi-Pi-Li interessa non solo il sottopasso stesso ma anche, per ragioni di sicurezza, la viabilità di superficie adiacente alla sottovia. 
La chiusura della Passerella è invece necessaria per rafforzare i lati portanti ed effettuare la sostituzione in acciaio del vecchio ponte.

Viale Talenti. Per bypassare il tratto chiuso saranno utilizzate via Cecioni e via Andreotti. Quindi i mezzi in uscita città una volta arrivati all’altezza di via Cecioni (subito dopo il centro commerciale Incoop e Upim) gireranno a destra in questa strada percorrendola per alcune centinaia di metri, fino all’incrocio con via Andreotti dove svolteranno a sinistra rientrando su via Canova, da dove potranno impegnare la rotatoria verso viale Etruria e la Fi-Pi-Li.
Nella giornata di lunedì 19 giugno sono in programma le opere propedeutiche alla viabilità alternativa in via Cecioni e in via Andreotti dove sarà eliminata la sosta su un lato in modo da rendere agibili due corsie.
Dal giorno successivo, martedì 20 giugno, inizierà la predisposizione del cantiere con la chiusura della corsia nel sottopasso e della viabilità di superficie adiacente. I lavori andranno avanti fino a fine agosto. Al termine dell’intervento sarà nuovamente disponibile anche la corsia del sottopasso chiusa dal 2014.
L'intervento fa seguito ai lavori di stabilizzazione in somma urgenza effettuati tra fine 2013 e inizio 2014 e sarà effettuato sul muro a retta della rampa di discesa del sottopasso di viale Talenti all'angolo con via Foggini in direzione della FI-PI-LI. Prima sarà realizzata una berlinese di pali ai quali ancorare i tiranti collocati nell’intervento dello scorso anno, poi si procederà alla demolizione del muro esistente. Infine è prevista la collocazione di un paramento in cemento armato per confinare le zone discontinue della berlinese e dare continuità alla parete della rampa.
La tempistica prevede la conclusione dei lavori e il ripristino completo della viabilità prima dell’inizio delle scuole attorno a metà settembre. 

Passerella dell’Isolotto

I lavori di rifacimento della passerella sono iniziati già ad inizio maggio ma senza ripercussioni sull’utilizzo da parte di pedoni e ciclisti. Oltre ad alcuni interventi propedeutici in sede, la prima fase consiste infatti nella realizzazione della struttura metallica, necessaria per l'esecuzione dell'intervento, presso un’officina specializzata. La chiusura è prevista a partire dal 26 giugno quando prenderà il via smontaggio della vecchia campata e la sostituzione con quella nuova. “Sarà una nuova passerella che poggerà sulle basi di quella attuale, opportunamente rinforzate – precisa l’assessore Giorgetti – e grazie ai materiali utilizzati sarà più leggera. La nuova struttura sarà sempre solo per pedoni e ciclisti e, grazie ad uno studio ad hoc, garantirà la piena accessibilità ai disabili”.
In concreto il progetto, per il quale è stato stanziato poco più di un milione di euro, prevede la riqualificazione strutturale della passerella pedonale che è già stato oggetto, nell’estate 2015, di lavori d’urgenza per la messa in sicurezza dell’opera.
Il progetto prevede il ripristino delle mensole in cemento armato e la sostituzione della campata centrale attuale in cemento armato con una più leggera in acciaio e calcestruzzo. Per quanto riguarda il primo punto, sarà effettuato un rinforzo della soletta superiore e il ripristino di tutte le superfici. Il cuore dell’intervento però è la sostituzione della campata centrale. La nuova campata, delle stesse dimensioni, ma più leggera perché realizzata in acciaio e rivestita in pannelli di calcestruzzo, opportunamente verniciati in modo da avere un aspetto simile a quello dell’attuale passerella. Verrà mantenuta la soletta in calcestruzzo ma la struttura sottostante sarà costituita da travi in acciaio che riprodurranno esattamente le pendenze delle superfici esterne della struttura attuale. Per ridurre i tempi della chiusura della passerella la campata metallica sarà assemblata per buona parte fuori opera e poi varata provvisoriamente in appoggio alle mensole a una quota superiore rispetto al piano di calpestio finale. In questo modo verrà utilizzata per sostenere la vecchia campata nel corso delle operazioni di taglio in parti e smontaggio. Ultimata la demolizione della vecchia campata si procederà al posizionamento alla quota corretta della nuova struttura e al getto della soletta. Poi seguiranno le rifiniture. Nell’occasione saranno ottimizzati gli impianti di smaltimento dell’acqua piovana e di illuminazione.

Redazione Nove da Firenze