Isola d’Elba, Sardegna e Corsica: Blu Navy potenzierà il servizio

La compagnia conferma l’intenzione di potenziare il servizio  e aggiungere una seconda nave all’Elba durante la stagione estiva


 Si è concluso ieri il servizio gestito da Blu Navy sia sulla linea marittima Portoferraio (Li) – Piombino (Li), con il traghetto Acciarello, che su quella fra Santa Teresa di Gallura (OT) e Bonifacio (Corsica, Francia), dove ha operato la nave Ichnusa. Il dato complessivo finale parla di un numero di passeggeri trasportati pari a 584 mila, un numero che la società considera soddisfacente e in linea con le previsioni iniziali.

Il servizio all’Isola d’Elba era iniziato il 7 aprile scorso: la Acciarello in poco più di sei mesi ha trasportato in totale 460 mila passeggeri (+5% sul 2016) grazie a 1.833corse effettuate.

Buoni i risultati anche della linea marittima tra la Sardegna e la Corsica, con 124 mila passeggeri trasportati (+29 % sul 2016) fra Santa Teresa di Gallura e Bonifacio, dove la Ichnusa aveva preso servizio il 2 marzo.

La Ichnusa ha confermato ancora una volta la sua affidabilità nelle Bocche di Bonifacio, un’area dove i forti venti e il mare grosso possono rendere la navigazione molto difficoltosa, anche nella bella stagione.

Sia la Acciarello che la Ichusa sono di proprietà di Blu Navy: la seconda era stata acquisita a marzo 2016. Per entrambe le navi sono previsti ora interventi di manutenzione ordinaria in bacino.

“Siamo soddisfatti dei risultati di quest’anno, sia per quanto riguarda l’Elba che la Sardegna” dichiara Luca Morace, direttore generale di BN di Navigazione Spa. “Si tratta di due mercati molto diversi tra loro, con dinamiche particolari, che richiedono un’attenzione al cliente costante e sempre più personalizzata. Crediamo di essere riusciti a fornire un servizio di buon livello su tutte e due le tratte, e per questo voglio ringraziare la famiglia Negri, armatore di Blu Navy, e tutti i collaboratori della compagnia, a cominciare dall’Associazione Albergatori Isola d’Elba, che è sia azionista che partner commerciale, i soci elbani di Elbasol e il nostro team che ha lavorato con entusiasmo e professionalità anche in questa stagione”.

“Ora però non vogliamo fermarci qui, il nostro obiettivo resta quello, più volte espresso, di poter portare all’Elba una seconda nave durante la stagione estiva, cosa che renderebbe economicamente sostenibile dare continuità al servizio anche nella stagione invernale” aggiunge Luigi Negri, presidente di BN di Navigazione Spa e azionista di riferimento.

Secondo Massimo De Ferrari, appena rieletto presidente dell’Associazione Albergatori Isola d’Elba, “Grazie all’ingresso di Blu Navy in questi ultimi anni i prezzi dei biglietti dei traghetti per l’Elba si sono riequilibrati e sono cresciute le frequenze delle corse. Si è elevata la qualità delle navi, oggi quasi tutte ristrutturate, e contemporaneamente sono risaliti i flussi di turisti verso l’isola. Per proseguire in questo trend di crescita della qualità dei collegamenti è necessario che si autorizzi il secondo traghetto a Blu Navy”.

“Come elbani siamo lieti dei successi di Blu Navy: terminato il suo servizio, tuttavia, l’isola resta ora servita di fatto da un unico gruppo armatoriale. Riteniamo che una situazione di vera concorrenza di mercato anche nella stagione invernale possa giovare sia all’utenza che al territorio dell’Elba nel suo insieme“ conclude Vincenzo Gorgoglione, in rappresentanza dei soci di Elbasol.

Redazione Nove da Firenze