Intesa Sanpaolo cede Infogroup a Engineering: vertenza in corso

Un’ora di sciopero per la giornata di domani, venerdì 28 luglio, dalle ore 11.30 alle ore 12.30


Accordo tra Intesa Sanpaolo e Engineering sulla compravendita del 100% del capitale di Infogroup, sinora detenuto dal gruppo bancario.

L’accordo prevede, tra l’altro, la costituzione di un accordo commerciale tra la stessa Infogroup e il Gruppo Intesa Sanpaolo e il mantenimento dei livelli occupazionali. Il perfezionamento dell’operazione è atteso entro la fine dell’anno ed è subordinato unicamente all’ottenimento delle consuete autorizzazioni da parte delle autorità competenti.

Con un fatturato complessivo pari a circa 70 milioni di Euro, Infogroup ha sedi a Firenze e Moncalieri. Il core business della società - pari a circa il 70% del valore della produzione - è rappresentato da servizi IT per il settore finanziario, che concentra la maggior parte del fatturato, il petrol, la grande distribuzione, l’ICT e la pubblica amministrazione. Infogroup serve le società del Gruppo ISP nell’ambito dell’offerta di servizi di transaction banking, assistenza alla clientela corporate, competence center, soluzioni e servizi gestionali, bancassicurazione, compliance e document management.

Il fatturato no captive, che copre il restante 30% del valore della produzione, è distribuito principalmente tra servizi per banche e assicurazioni, loyalty/e-commerce e servizi informativi di tipo finanziario.

Intesa Sanpaolo è stata assistita nell’operazione da EY e da Pedersoli Studio Legale.

Nascerebbe dunque contestualmente un rapporto commerciale tra Infogroup e il Gruppo Intesa cui sarebbe sotteso il mantenimento dei livelli occupazionali (400 dipendenti a Firenze e 77 a Torino).
Entro fine anno dovrebbe poi concretizzarsi l'accordo, previo parere favorevole degli organi di controllo.

Con un ruolo consolidato di preferred partner all’interno del Gruppo Intesa Sanpaolo e competenze di leadership in settori extragruppo (e-Service, Bancassicurazione), Infogroup distribuisce il valore della produzione al 75% sul mercato captive ed al 25% sui mercati non captive. L'organico conta 477 persone.

Le RSU di Firenze e Torino di Infogroup, unitariamente alle organizzazioni sindacali territoriali di FIOM CGIL e FIM CISL, proclamano un’ora di sciopero per la giornata di domani, venerdì 28 luglio, dalle ore 11.30 alle ore 12.30 con presidio davanti all’ingresso di via Torre degli Agli 48 a Firenze.

Firenze: Presidio davanti all’ingresso di via Torre degli Agli 48
Torino: Astensione dal lavoro con timbratura di uscita ed ingresso.

Le RSU e le OO.SS. condannano fermamente il comportamento della proprietà che, "nonostante le numerose sollecitazioni di questi mesi, non ha ritenuto di informare i lavoratori e le lavoratrici se non ad accordo siglato".
Le RSU e le OO.SS. incontreranno la Direzione e le Relazioni industriali di gruppo nella giornata di martedì 1 agosto e presenteranno richiesta di avere i dettagli sull’accordo siglato, con particolare attenzione al futuro occupazionale, professionale e logistico dei colleghi.
A valle di questo incontro saranno convocate le assemblee dei lavoratori per decidere assieme i passi futuri di questa vertenza.

Infogroup. "Da oltre 30 anni presente sul mercato, è partner di riferimento ICT nell’ambito del Gruppo Bancario Intesa Sanpaolo e per importanti Gruppi Bancari, Industriali e Commerciali.

Transaction Banking, Finance, E-Business, Digitale, i centri di competenza ERP e Business Intelligence e le Facilities (Facility management e Servizi di back office e assistenza) sono le principali aree di distinzione sulle quali si aggrega il valore della produzione. L’evoluzione e l’allineamento costante delle competenze di business e tecnologiche funzionali allo sviluppo della clientela, il focus sulla eccellenza e la qualità dei servizi, la massima fiducia e soddisfazione dei clienti sono i driver che orientano l’azienda nella costante ricerca di soluzioni sempre all’avanguardia".

Redazione Nove da Firenze