Interventi per 700 mila euro per i giochi di parchi e giardini

Piantati 60 nuovi alberi nel Quartiere 3


Un programma di interventi del valore di 700mila euro per riqualificare le aree gioco della città. Lo ha deciso la giunta approvando, nell'ultima seduta dell'anno, una delibera dell'assessore all'ambiente Alessia Bettini.
I lavori riguarderanno, in particolare, la ristrutturazione delle aree gioco pubbliche e scolastiche, il reintegro dei giochi e degli arredi obsoleti o pericolosi e la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria delle strutture esistenti.
Nell'elenco ci sono, tra l'altro, i giardini di Campo di Marte e Villa Favard (Quartiere 2), quelli di via Villamagna, via Montefeltro e via Brenta (Quartiere 3), quelli di via Baccio da Montelupo, via del Caravaggio, via del Cavallaccio, via Neri di Bicci, via Silvestro Lega (Quartiere 4) e infine quelli di via Morandi, Piazza delle Medaglie d'oro, Piazza Danti (Quartiere 5). Ma sono previsti interventi in tutte le altre aree verdi della città, dal giardino di Borgo Allegri a quelli di piazza D'Azeglio e piazza Tasso in centro storico, dal giardino Caponnetto a quelli di viale Malta a Campo di Marte e nel Quartiere 2, dal giardino di via Gran Bretagna a quello di via del Tagliamento nel Quartiere 3, da quello di via dell'Argingrosso al parco di Villa Vogel nel Quartiere 4 e, infine, dal giardino 1° maggio in via di Brozzi a quello in piazza Leopoldo nel Quartiere 5.
«Un impegno che prosegue – ha sottolineato l'assessore Bettini – nei confronti della città e, in questo caso, dei più piccoli. Invito tutti a impegnarsi per conservare nel modo migliore le aree verdi pubbliche che devono esser visti come beni di cui prenderci cura tutti quanti come comunità».

Sono terminate, nel Quartiere 3, le operazioni per mettere a dimora 60 nuovi alberi. Grazie a questo intervento, che ha riguardato l'area verde di via Baccarini / via Caruel al Bandino, sono stati piantati 20 esemplari di gleditsia e 40 melia, alberi particolarmente resistenti alla siccità, nonché numerosi gruppi di cespugli.
«Si è creato un piccolo polmone verde in una zona che non aveva alberi ad alto fusto - ha sottolineato l'assessore all'ambiente Alessia Bettini che ieri mattina ha effettuato un sopralluogo – una scelta che permetterà di mitigare il clima durante l'estate e catturare la quantità maggiore possibile di polveri inquinanti. Proseguiamo continuando a investire risorse per raggiungere gli obiettivi che ci eravamo dati: arricchire il patrimonio arboreo della città piantando 3mila nuovi alberi entro la prossima primavera e 10mila alberi entro la fine della legislatura».

Redazione Nove da Firenze